Quotidiani locali

Merli, storia di una medaglia d’oro

Domani alle 21 uno spettacolo ricorderà la figura del valoroso soldato poggese morto sul Carso

Domani alle 21 alla Casa della Patria “Pico Cavalieri” (in corso Giovecca 165 a Ferrara), l’Associazione culturale di Ricerche Storiche “Pico Cavalieri” presenta lo spettacolo storico “Duilio Merli, racconto di un uomo. Storia di una medaglia d’oro ferrarese dall’inferno del Carso”, a cura di Giacomo Bollini.

I percorsi della memoria storica sono spesso strani e seguono sentieri tortuosi: come un fiume carsico le vicende umane sgorgano fuori dai meandri più reconditi della storia, inaspettati; una volta scoperta la strada, però, il flusso delle parole corre forte, chiaro e violento. A volte sembra proprio che questi uomini di 100 anni fa vogliano essere ricordati, quasi come se chiamassero i propri ascoltatori all’adunata con un silenzioso ed invisibile appello. Una di queste storie ad emergere inaspettata è quella di Duilio Merli di Coronella. La sua storia sarebbe stata una di quelle che non dovevano essere dimenticate: medaglia d’oro al Valor Militare. Una delle tre di Ferrara e provincia durante la Grande Guerra. Meritare una medaglia d’oro al Valor in combattimento non è cosa da tutti. Tutto sommato, durante l’intero primo conflitto mondiale, non sono state molte quelle assegnate, in particolar modo a membri della truppa, i soldati semplici.

Il percorso che portava l’assegnazione della più alta onorificenza al Valor Militare dell’intero Regio Esercito italiano non era semplice. L’atto di valore doveva essere visto da un ufficiale che avrebbe promosso presso i comandi la proposta di medaglia. Molti furono quindi gli atti di valore che passarono inosservati, e spesso gli ufficiali si “scambiavano” questi favori, testimoniando la veridicità dell’atto al valore di un collega con più facilità di quella di un sottoposto, di un soldato. Spesso per completare l’iter burocratico per l’assegnazione di queste onorificenze richiedeva anni e un ufficiale che ne perorasse la causa strenuamente.

Ecco che quindi ci appare in tutta la sua importanza la figura del soldato semplice Merli, morto in combattimento sul Carso il 27 maggio 1917, durante la decima battaglia dell’Isonzo, nelle trincee antistanti il paese fantasma di Castagnevizza, ridotto a un cumulo di macerie dall’artiglieria italiana e mai del tutto occupato dalle fanterie del Regio Esercito. Merli è uno dei caduti del Carso, il maledetto Carso, per quasi tre anni un ostacolo praticamente insormontabile per i soldati italiani.

La sua storia è emersa dal libro di ricordi di guerra del bolognese Arnaldo Calori, giovane tenente di un reparto dall’excursus bellico durissimo: Carso, Carso, Carso. Calori non è altro che l’ufficiale testimone dell’atto di valore di Merli e il grande sostenitore della sua onorificenza che si fece carico di promuovere presso i comandi con successo. Fu così che alla memoria del giovane venditore ambulante di ortaggi di Coronella fu assegnata la medaglia d’oro al Valor Militare e alla sua giovane madre una pensione di guerra.

Domani ci sarà il giusto tributo alla memoria di Merli, attraverso le parole dei ricordi di Calori, che lo conobbe e lo apprezzò come uomo e come combattente. Le letture di questi brani dal libro L’ora K saranno interpretate dagli attori Lorenzo Giossi, Luca Mauli e Vittorio Tovoli, a corollario di un’iniziativa più ampia. Il libro di Calori, difatti, è il veicolo di una raccolta fondi per il restauro di un monumento d’epoca: la grande stele dedicata ai caduti della brigata Emilia presente ancora oggi, a 100 anni dalla fine del conflitto e a 80 anni dallo smantellamento dell’ex cimitero di guerra a seguito della creazione del grande sacrario di Caporetto, all’interno dell’ex camposanto militare di Kamno, dedicato alla memoria del tenente colonnello Maurizio De Vito Piscicelli. La replica di questa iniziativa si terrà poi alla Pro Loco di Pontelagoscuro l’8 giugno. La serata di domani è ad ingresso libero e aperta a tutti.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro