Quotidiani locali

Geni, cantautori risate e operetta Che anno Nuovo

Da Balasso a Lopez-Solenghi, quindi Sgarbi  E sul palco torna l’Orchestra Senzaspine

La stagione 2018/2019 del Teatro Nuovo di Ferrara inizia con il ritorno della Compagnia del Maestro Stefano Giaroli, una delle poche compagnie di operetta ad esibirsi dal vivo e che porterà a Ferrara domenica 4 novembre a partire dalle 16 lo spettacolo “Al cavallino bianco”.

«Il genere che noi proponiamo per fortuna non ha conosciuto crisi», ha affermato lo stesso Giaroli durante la conferenza stampa, descrivendo la spassosa commedia musicale che si snoderà nell’alternanza di famosissime arie quali “Mi pare un sogno un'illusion”, “Valzer d'Amor” con i ritmi di tango, boogie e foxtrot di “Sigismondo e Occhioni Blu”.

Ancora i Senzaspine. Si riconferma poi la tradizione di fine anno con l’attesissimo concerto dell’Orchestra Senzaspine sabato 29 dicembre alle 21: si passerà dal mondo viennese al repertorio italiano e non mancheranno le più belle pagine firmate dalla famiglia Stauss e gli estratti delle opere di Gioachino Rossini. Sempre molto attese dal pubblico ferrarese, e contrassegnate dal successo, le performance dell’orchestra formata da giovani musicisti, nata a Bologna.

Un De Andrè studentesco. Controcanto annuncerà la primavera con “Venti di Faber” sabato 16 marzo alle 21. «Quando si pensa a Fabrizio De Andrè si pensa a concerti dall’ascolto impegnativo per questo come Gruppo Controcanto abbiamo voluto conservare e tramandare la ricchissima discografia dell’autore coinvolgendo le scuole e rendendo le canzoni spettacolo», hanno spiegato Fulvio Bertolino e Roberta Righi. Sarà interessante vedere come i ragazzi “rileggeranno” l’arte musicale del cantautore di origine genovese.

Risate nere con Balasso. Arrivato sul palco del Teatro Nuovo lo scoppiettante Natalino Balasso ha parlato del suo “Delusionist” in scena il 16 febbraio e che racconta, con la partecipazione di Marta Dalla Via, un presente alternativo dove non c’è più niente da recitare e dove ci si trova con uno standard di sopravvivenza sempre più alto e la frustrazione che ne deriva.

«Devo raccontare la trama?», ha ironizzato Balasso, ribadendo la vicinanza delle sue origini alla nostra Ferrara. «Il protagonista - ha detto l’attore di origine veneta - è un inventore che ha sperimentato il farmaco per non dormire più andando quindi incontro alle esigenze di un mondo sempre più frenetico, accanto a lui poi c'è un’assistente che è impegnata a lanciare a livello pubblicitario il farmaco: una commedia per divertirsi e riflettere». Come messo in prevenivo, Balasso ha scatenato la sua ironia già durante la presentazione alla stampa di ieri pomeriggio.

Sgarbi terzo atto. Dopo “Caravaggio” e “Michelangelo” al Teatro Nuovo venerdí 29 marzo arriverà “Leonardo”, il terzo percorso di Vittorio Sgarbi che parlerà del talento universale di Leonardo Da Vinci, di cui proprio nel 2019 ricorreranno le celebrazioni del cinquecentenario della morte. Ormai è una certezza la firma del critico d’arte originario di Ro Ferrarese nella stagione teatrale del Nuovo.

Duo Solenghi-Lopez. «Dopo ben 15 anni tornano con uno spettacolo scritto da loro Tullio Solenghi e Massimo Lopez», ha affermato Cinzia Bonafede passando in rassegna il cartellone, i due artisti si ritroveranno sabato 2 marzo come due vecchi amici in uno show in cui sono interpreti ed autori accompagnati dalle musiche live della Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Comeglio.

Un Pucci intollerante. Per il terzo anno consecutivo, il 16 maggio, Andrea Baccan in arte Pucci, attento osservatore della quotidianità, cabarettista, monologhista nonché presentatore e animatore delle notti milanesi porterà sul palco il suo nuovo spettacolo "Pucci-IN...TOLLERANZA 2.0", un coinvolgente spaccato di vita di ognuno di noi.

Valentina Bacilieri

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro