Quotidiani locali

palazzo della racchetta 

Un libro per i diritti dei sordi #Facciamocisentire l’urlo di Sara

Alle 19.30 la presentazione del volume della Gerini, ex campionessa di volley «Racconto in prima persona la vita di chi sente col cuore»

Sara Giada Gerini è una bella e giovane donna, sorda dalla nascita per una rosolia contratta dalla madre quando era al quarto mese di gravidanza. I suoi genitori avevano già perso un’altra bambina, ma pur sapendo che la malattia della madre avrebbe causato danni al feto, l’hanno voluta fortemente.

il libro

Oggi Sara è ormai grande, con l’esperienza alle spalle di una persona che non sente e perciò ha tante cose da raccontare, tanto da scrivere “#Facciamocisentire”, libro che sarà presentato questa sera alle 19.30 a Palazzo della Racchetta (in via Vaspergolo 4-6 a Ferrara) da Anna Quarzi, direttrice dell’Istituto di storia contemporanea, e da Lucia Brasini del coordinamento regionale Fiadda.er. Già vista nelle ultime due edizioni al Ferrara Film Festival, questo evento è promosso da Ferrara Film Festival, Lions ferraresi, Emi, Aiga Ferrara, Associazione Cervelli in movimento, seguito da un buffet per tutti i partecipanti.

La sua vita

Ex campionessa olimpionica di pallavolo nella Nazionale dei sordi, Sara dopo aver postato sulla sua pagina Facebook un video nel quale rivendica i diritti dei non udenti, ha visto la condivisione in 5 mesi di 800mila persone. «Ho deciso di raccontare in prima persona anche se con toni ironici e scanzonati – racconta –, la vita vera di chi non ci sente con le orecchie ma con il cuore. Le pagine sono state raccolte dalla giornalista Marina Migliavacca Marazza, con la toccante prefazione di Claudio Venturelli, sul quale è basato l’incontro di questa sera». Un libro di intensa umanità, dramma ma anche incredibile senso dell’umorismo, che riporta la quotidianità solo apparentemente normale di chi ha questo handicap che non si vede ma che cambia radicalmente la sua esistenza».

le tematiche

Gli argomenti sono tanti, così come le situazioni. Banali per chi ci sente, difficili per persone come lei, che ha avuto la forza di farsi portavoce di una richiesta rivolta ad emittenti televisive e servizio pubblico, perché ogni trasmissione sia accompagnata dai sottotitoli, portando così l’attenzione del mondo alle problematiche della sordità.

Nel suo libro “#Facciamocisentire”, l’autrice (originaria della Sardegna) oltre a parlare di sé e dei suoi genitori, racconta cosa significa non sentire, come è la giornata di un sordo, di quando viaggia, dei modi diversi con cui chi non sente affronta il problema, del mondo sportivo paraolimpico e di cosa la medicina e la tecnica sono oggi in grado di fare. E per questo, recentemente, è stata negli Stati Uniti per un progetto che prevede di fornire apparecchi acustici a bambini indigenti.

Margherita Goberti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro