«Amiche unite anche nella morte»

Ilva Caporali e Mania Tumiati rimaste uccise sabato sera travolte da un’auto Le due donne sono state ricordate ieri durante la Messa nella chiesa di Mezzogoro

Mezzogoro, il dolore dei familiari. Annisa 'scortava' sempre Ilva a casa

MEZZOGORO. La stava accompagnando a casa, come faceva abitualmente, perché fare quel pezzo di strada da sola non le era mai piaciuto. Ilva Caporali, 75anni e Mania Annisa Tumiati, 70, entrambe residenti a Mezzogoro, erano grandi amiche da sempre. E per Annisa accompagnare Ilva a casa era diventata ormai una piacevole abitudine. Ma sabato sera è stata l'ultima volta.

Le due donne sono state investite ed uccise da un'auto proprio davanti alla casa di Ilva Caporali, lungo la circonvallazione, a una manciata di metri dall'abitazione di Annisa, in via Veneto. A trovare il corpo senza vita di Annisa Tumiati sono stati una nipote e il cognato. «Quando siamo arrivati - ricorda, costernata dal dolore, la sorella di Annisa, Mariarosa - abbiamo visto sulla strada due borse, una scarpa e un paio di occhiali da vista. Ilva non li portava, ma Annisa sì. Abbiamo cercato per un'ora e quarto mia sorella, l'urto aveva lanciata lontanissimo dal punto di impatto, poi l'abbiamo trovata».  Le due vittime stavano tornando a casa dalla parrocchia dove si era celebrato e festeggiato il 10º anniversario di sacerdozio a Mezzogoro di don Mauro Benazzi. Dalla parrocchia si stavano avviando a casa in tre, la Caporali, la Tumiati e una terza signora che pochi attimi prima si è fermata a casa, salutando le amiche. «Annisa - dice ancora la sorella - invece di fermarsi a casa come sempre, ha proseguito per accompagnare Ilva, che malvolentieri faceva sola quel pezzo di strada, a malapena illuminata.

Erano state insieme dal pomeriggio, anche perché mia sorella ogni sabato metteva i bigodini a Ilva. Erano legatissime, quasi fossero sorelle». La famiglia della Caporali non ha parole. Il marito, al momento dell'incidente si trovava in casa e ha saputo della tragedia dalle telefonate di parenti e amici. Mania Annisa Tumiati lascia il marito, Egidio Grigatti, il figlio Riccardo, il nipote Davide e la nuora. La morte di Ilva Caporali ha lasciato nel dolore il marito Ruggero Zaghi e due figlie: Laura ed Enza. In paese ieri si respiravano dolore, commozione e rabbia.

«Quella circonvallazione è un pericolo - hanno commentato alcuni mezzogoresi - più di una volta si è chiesta l'installazione di dissuasori di velocità, ma niente. L'illuminazione poi è pressoché inesistente e il lungo rettilineo porta i veicoli ad andare veloci». Come veloce andava M.Z. - copparese di 33 anni - quando ha investito le due donne che tutti i compaesani ricordano come persone generose e sempre pronte ad aiutare gli altri, fra le prime a dare una mano quando serviva, non solo ai familiari, ma anche amici e conoscenti. Due donne la cui morte ha lasciando un profondo segno in tutta la comunità che mai, finora si era trovata ad affrontare una tale tragedia.
La guida allo shopping del Gruppo Gedi