«La Ccsvi esiste ed è presente nella sclerosi multipla»

Lo sostiene un documento di consenso di una prestigiosa società mondiale di angiologi