Turista accoltellato, rintracciato e arrestato l'aggressore

Un ferrarese di 25 anni è accusato di tentato omicidio per aver ferito il 37enne di Milano

LIDO ESTENSI. È accusato di tentato omicidio il 25enne della provincia di Ferrara che ha accoltellato un turista di 37 anni mattina a Lido Estensi. L’uomo è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri del Norm di Comacchio.

I FATTI

Alle ore 23.30 di martedì i militari di Comacchio, dopo le indagini portate avanti con i colleghi delle stazioni di Codigoro e Lido degli Estensi, hanno sottoposto a “fermo di indiziato di delitto” il 25enne, pregiudicato che dovrà rispondere di “tentato omicidio”. La vicenda è iniziata alle 18 circa quando il 25enne ha chiamato il 112 dicendo, in evidente stato confusionale poi appurato derivante dall’uso di sostanze stupefacenti, che nella stanza di albergo dove era ospite aveva trovato un suo amico gravemente ferito, per poi allontanarsi in preda al panico. Il ragazzo era ferito in maniera non grave, con una contusione alla testa e tagli lievi sulle mani compatibili con l’utilizzo di un’arma da taglio. Durante il sopralluogo, i carabinieri hanno effettivamente trovato delle tracce di sangue nella camera dove era ospitato.

LA SECONDA TELEFONATA

Nella stessa serata, sempre dal Lido degli Estensi, un’altra persona ha chiamato il 118 chiedendo aiuto e dicendo di essere ferito. Sul posto è arrivata l’ambulanza e l’automedica e i medici hanno trovato un uomo, un turista di Milano di 37 anni, con ferite da arma da taglio ed hanno immediatamente fatto la segnalazione ai Carabinieri e intanto hanno portato il paziente, vista la gravità delle lesioni, direttamente condotto Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Anna di Cona.

L’attività investigativa svolta su entrambi i casi, che da subito hanno mostrato delle connessioni per tempistica e modalità, ha permesso di appurare che il 25 enne e la vittima, a seguito di un litigio avvenuto verosimilmente nella citata camera di albergo e al momento connotabile per futili motivi, ma le cui reali ragioni e dinamica sono tuttora al vaglio dell’autorità Giudiziaria e dei Carabinieri di Comacchio, ha sferrato alcuni violenti fendenti con un coltello a serramanico al collo della vittima, causandogli “ferite multiple da arma da taglio in regione latero – cervicale sinistra con ematoma rifornito da lacerazione vasale”. S.L., sottoposto al provvedimento di fermo per i gravi indizi di colpevolezza emersi a suo carico nonché per il concreto pericolo di fuga, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Ferrara a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi