Finiti i lavori di ripascimento

La parte terminale del condotto

Spiaggia salva e pronta ad accogliere i turisti

 LIDO SPINA. Sono terminati lo scorso 31 marzo i lavori di ripascimento nella zona sud di Lido di Spina. L'intervento è consistito nell'escavo con draga aspirante refluente di mc. 135.000 di sabbia alla foce Logonovo fino alla profonditá di -3 m. La sabbia è stata prima miscelata nella misura di 20% di solido e 80% di acqua marina e poi spinta all'interno di una tubazione continua di diametro 50 cm, lunga 3.5 km, fino alla zona di ripascimento posta a sud del bagno Piramidi. I lavori effettivi di ripascimento sono iniziati il 10 marzo e appunto completati il 31 marzo. L'intervento ha previsto inoltre il salpamento e la reinfissione dei pali in legno del pennello più a sud, abbattuti o inclinati dalle onde di mareggiata. Scopo dell'intervento era recuperare la linea costiera erosa dalle mareggiate degli ultimi anni. In particolare l'erosione, ed il conseguente arretramento della linea di riva, aveva intaccato l'argine-duna artificiale, costruito dal servizio della Regione nel 1995, che costituisce la difesa dalle ingressioni marine nel territorio retrostante, posto in parte a quote inferiori agli eventi di mareggiata associata ad acqua alta registrati negli ultimi anni. Una eventuale rottura completa dell'argine-duna causerebbe, in occasione di mareggiata associata ad acqua alta attorno a +1,5 m. (raggiunti nel 2002 e dicembre 2009, superati nel dicembre 2008), l'ingressione del mare nel lago di Spina e l'allagamento di parte dell'abitato turistico del Lido di Spina. Ne conseguiva la necessitá di un ampliamento e innalzamento della spiaggia emersa tale da garantire che l'argine-duna non venga interessato dall'azione diretta delle onde nelle prossime mareggiate.