Rapinato di oro e gioielli, bottino 150mila euro

rapina

Pistola in faccia a un rappresentante di preziosi costretto a consegnare lo zaino. Il colpo dietro le Poste centrali

FERRARA. "Dammi lo zaino", gli ha intimato un uomo, casco da motociclista in testa e occhiali scuri a travisare il viso, puntandogli una pistola alla faccia. Per un rappresentante di gioielli gli attimi peggiori della vita, quelli di ieri pomeriggio, mentre si apprestava a risalire in auto e tornare nel Padovano, da dove proveniva.

Il 45enne, terminato il giro dei negozi di gioielleria in centro, stava andando a riprendere la propria auto, parcheggiata in via Beretta, quando è stato avvicinato dallo sconosciuto: lo zaino l'aveva già riposto nel baule della vettura e ha lasciato che il malvivente lo prendesse, lo stesso ha poi raggiunto il complice che lo attendeva alla guida di uno scooter e i due si sono dileguati in un attimo, imboccando via Spadari.

Circa tre chili e mezzo di oro e preziosi il bottino, per un valore stimato fra i 120 e i 150mila euro. I malviventi, invece, hanno lasciato al rappresentante la valigetta 24 ore che teneva ancora in mano al momento dell'aggressione.

Al rappresentante non è rimasto altro che sporgere denuncia ai carabinieri, che ora stanno anche visionando i filmati delle telecamere poste sul tragitto compiuto dai rapinatori. E' probabile che il rappresentante di preziosi sia stato pedinato dai suoi aggressori

La guida allo shopping del Gruppo Gedi