Anche Ferrara Fiere in bilico

Non si erano mai visti tanti manager pubblici all’assemblea di Unindustria, e una spiegazione l’ha fornita il sindaco Tagliani: «Abbiamo deciso di far entrare le nostre aziende all’interno del...

Non si erano mai visti tanti manager pubblici all’assemblea di Unindustria, e una spiegazione l’ha fornita il sindaco Tagliani: «Abbiamo deciso di far entrare le nostre aziende all’interno del sistema Confindustriale, perché i servizi sono di qualità: non c’è altra motivazione». I manager pubblici erano però a caccia di segnali sul fronte delle nomine e del riassetto del sistema aziendale comunale, che il sindaco, dopo le prime indiscrezioni su Sipro, Ferrara Holding, Afm e Asp, ha deciso di far slittare di un paio di settimane. In bilico c’è anche la poltrona di presidente di Ferrara Fiere, che per accordi taciti con Bologna Fiere, azionista di maggioranza (il Comune di Ferrara ha il 20%), è finora toccato a Palazzo Municipale. Bisogna vedere, però, come reagirebbero i bolognesi all’eventuale sostituzione di Nicola Zanardi: è un elemento d’incertezza in più.