Balloons chiude il conto a quota centoventimila

Qualche presenza in più rispetto al 2013, ma quest’anno c’era un weekend in più Bilancio ok con l’aumento a 5 euro dei biglietti. Critiche per l’elicottero rumoroso

Balloons anche quest’anno si è confermata una vera festa di popolo, con tantissime persone che hanno visitato i vari stand allestiti al Parco Urbano indipendentemente dalla presenza delle mongolfiere, che quest’anno sono sembrate più di contorno rispetto ad altre edizioni, nonostante i 500 decolli Piace soprattutto alle famiglie con bimbi la formula del festival all’aria aperta, molto verde con apposite attrezzature di svago e divertimento, dalla Città magica allestita dalla contrada di Santo Spirito, ai gonfiabili, ai percorsi attrezzati. Stand gastronomici e chioschi ristoro per tutti i gusti e palati sono stati ancora una delle carte vincente della manifestazione che è un vero punto fisso nel calendario degli eventi annuali della città e coinvolge anche un buon numero di turisti. All’insegna dell’ecologia pure le prove con l’auto elettrica della Renault con un percorso che è stato letteralmente preso d’assalto. Balloons è stata anche l’occasione per vedere corpi di ballo e gruppi che si sono esibiti nell’apposito spazio. Uno spettacolo nello spettacolo che ha contribuito a rendere questo festival una vero caleidoscopio sociale per la città. Una manifestazione che rende ancora più viva la città in una location ancora da migliorare e perfezionare.

Ieri c’è stato l’ultimo appuntamento con il volo delle mongolfiere e la consueta invasione domenicale del parco, agevolata dalle ottime condizioni atmosferiche, nonostante il terreno un po’ pesante per i postumi della pioggia di sabato. Alla fine, l’organizzazione ha fornito il dato sulle presenze che si è attestato all’incirca sulle centoventimila. In pratica si tratta di circa 10mila in più rispetto alla passata edizione, ma bisogna ricordare che quest’anno c’è stato in week end in più nel programma. Si è raggiunto il pareggio di bilancio, anche se bisogna mettere in conto l’aumento del biglietto che quest’anno è passato da 4 a 5 euro nei week-end. Tra tanti riscontri positivi, c’è da segnalare anche una serie di proteste rivolte ai frequenti e rumorosi voli dell’elicottero a basa quota in varie parti della città anche nelle ore di canonico silenzio.

L’appuntamento si sposta ora al 2015, per una nuova edizione del Balloons al parco Urbano che anche quest’anno si è dimostrato molto internazionale.