Lo ferisce con un seghetto al culmine del litigio

Aggredisce il rivale in centro: centese di 47 anni denunciato dai carabinieri Addosso aveva anche un coltello e un taglierino, che sono stati sequestrati

CENTO. Al culmine del litigio ha impugnato un seghetto, lungo una quarantina di centimetri e ha sferrato alcuni fendenti al rivale, ferendolo a una mano e alla pancia. È culminata in un’aggressione la lite scoppiata fra due uomini: ad avere la peggio è stato un venditore ambulante che vive a Cento - E.M.A. immigrato dal Marocco - ferito da B.S. un centese di 47 anni, che è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali aggravate e per porto ingiustificato di un coltello.

La lite tra i due uomini è scoppiata in una zona del centro cittadino, per futili motivi secondo gli accertamenti che hanno svolto i militari dell’Arma intervenuti sul posto. Dalle parole, anche accese, il centese, è però passato ai fatti, colpendo con un seghetto il malcapitato rivale. Il venditore ambulante ha riportato ferite superficiali alla mano e all'addome. I carabinieri, informati di quanto stava accadendo, sono in breve intervenuti sul posto e hanno ricostruito quanto accaduto, procedendo anche a perquisire l’aggressore e la sua auto. Durante la perquisizione i militari hanno scoperto che oltre al seghetto usato per ferire il commerciante, il centese aveva anche un coltello lungo complessivamente 18 centimetri e un taglierino, portati illecitamente. Oltre alla denuncia dell’aggressore i carabinieri hanno anche provveduto al sequestro di seghetto, coltello e taglierino.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi