Presidio contro il Jobs act

Cgil e Uil oggi pomeriggio manifestano due ore davanti alla Prefettura

Cgil e Uil di Ferrara promuovono oggi dalle 14.30 alle 16.30 un presidio davanti alla prefettura (Corso Ercole d’Este) per manifestare contro «la decisione del governo di accelerare l'approvazione della legge delega sul lavoro (Jobs act) che non è mai stata oggetto di confronto con il sindacato». Per i due sindacati quello che «il Parlamento si appresta a varare sotto la spinta e il ricatto del governo, che ha già posto la fiducia al Senato per impedire che venisse migliorata, è un provvedimento che risponde solo alle richieste delle imprese. È una legge delega in bianco con la quale il Parlamento rinuncia al suo potere legislativo, generica nei punti nei quali si dovrebbero riscontrare i miglioramenti e precisa nei punti nei quali è certa la manomissione dei diritti dei lavoratori».

Per Cgil e Uil , inoltre, «non c'è alcuna certezza che saranno disboscate le decine di tipologie di rapporto di lavoro precario, mentre si trasformano certamente i nuovi assunti in precari a vita: licenziabili sempre senza giusta causa in cambio di un indennizzo. Così come sarà certa la possibilità per le imprese di demansionare i lavoratori e di introdurre la video sorveglianza nei luoghi di lavoro. Si potrà estendere il ricorso ai voucher per pagare il lavoro stagionale, privandolo del contratto e dei diritti previdenziali. In nome della “semplificazione” si vuol togliere ai lavoratori il diritto costituzionale di ricorrere al giudice nel caso di licenziamenti “discrezionali”».