Attenti ai segni sui muri di garage e cantine, troppi furti in città

Controlli sulle bici rubate

Appello dei carabinieri dopo le tante denunce di razzie subite in queste settimane dai cittadini: il bottino più ghiotto le biciclette vecchie e storiche ma anche gli alimentari

FERRARA. Non è più solo una invenzione dei giornali, la banda dei garage o delle cantine che ruba bici a raffica in tutta la città. Ora i carabinieri proprio per arginare il fenomeno dei furti di biciclette lanciano un appello a tutti i cittadini e danno le istruzioni per l’uso per cercare di attenuare i furti. Perchè ormai sono tante, negli ultimi mesi, le denunce raccolte dalle stazioni Carabinieri per i furti messi a segno all'interno di garage e cantine. Negli ultimi mesi, le zone più colpite, risultano essere i condomini di via Fabbri, via Comacchio, viale IV Novembre, viale Krasnodar, via Verga.
I ladri prediligono i condomini dove ci sono i garage interrati in modo da agire senza essere visti. Se le biciclette all'interno dei garage sono legate alle pareti con catene le tranciano. E dunque sanno dove colpire e di cosa impossessarsi. L'orario in cui avvengono questi fatti, è a cavallo tra le ore 2 e le 4 I ladri agiscono sempre, con lo stesso "modus operandi", praticando un taglio lungo 15- 20 cm e largo 8 e quindi forzano la serratura: il buco viene fatto per verificare, attraverso un led o una lampada inserita, cosa c’è all’interno; oppure per accertarsi che non vi siano telecamere o sistemi di videosorveglianza; o forzare la serratura, nel caso vi sia materiale da rubare.
L’obiettivo dei ladri sono principalmente le biciclette costose, moderne o da uomo modello anni cinquanta; bici da corsa, mountain bike, biciclette elettriche e quelle da uomo con freni a bacchetta delle marche più prestigiose Umberto Dei, Bianchi, Willer. E spesso non si fermano alle biciclette, perchè nelle cantine vi sono anche generi alimentari (vino, salami, formaggi ecc) che ovviamente diventano parte della refurtiva. Che fare? Prestare la massima attenzione e soprattutto segnalare eventuali segni fatti sui muri o porte dei garage e cantine, contattando subito il 112.