Salta il tavolo sulle Province Sit-in davanti alla Prefettura

Cgil, Cisl e Uil avevano organizzato nella tarda mattinata di ieri presidi davanti alle Prefettura in coincidenza con la prevista riunione romana dell’Osservatorio nazionale sulle Province, e proprio...

Cgil, Cisl e Uil avevano organizzato nella tarda mattinata di ieri presidi davanti alle Prefettura in coincidenza con la prevista riunione romana dell’Osservatorio nazionale sulle Province, e proprio da Roma sono arrivate conferme dell’opportunità di questa mobilitazione. «È saltata la riunione per via di difficoltà importanti di visione all’interno del governo - riporta Cristiano Zagatti (Fp Cgil), che ha fatto il pendolare da Roma - In pratica il governo si sta rendendo conto che la legge di Stabilità confligge con la legge Delrio, perché il taglio a regime di 6 dei 7,5 miliardi di trasferimenti impediranno di fornire qualsiasi servizio. Le rassicurazioni dei nostri parlamentari? Posso dire che nella Relazione tecnica della Ragioneria di Stato non c’è traccia delle garanzie finanziarie promesse. E per quanto riguarda la situazione di Ferrara, è stato lo stesso presidente Tagliani a limitare l’orizzonte degli stipendi al 2015».Il presidio andava intanto avanti, e verso le 13 i rappresentanti dei lavoratori sono stati ricevuti in Prefettura e hanno potuto consegnare il documento unitario. Nove i punti messi in evidenza, dalla costituzione di un fondo per il personale all’eliminazione delle sanzioni per il patto di stabilità 2014, dal rinvio delle dichiarazioni di soprannumero (previsto per aprile) allo scorporo di Centri per l’impiego e Polizia provinciale, fino alla delega regionale per il mercato del lavoro.