Grande festa per Kinderheim

Alle scuole Govoni la cerimonia conclusiva dell'iniziativa di Confesercenti e Nuova Ferrara con la partecipazione dei 118 alunni delle scuole Govoni, Leopardi e Poledrelli
VIDEO 1, SISTER ACT
VIDEO 2, LA ZZIRUDELA
VIDEO 3, L'OMBELICO DEL MONDO

E’ stata un vera festa quella organizzata dal docenti e dagli alunni dell’istituto comprensivo Govoni, con in testa la dirigente scolastica Elisa Trisolino, quella  che si è svolta oggi nel plesso di via Fortezza. A conclusione dell’iniziativa editoriale Kinderheim, patrocinata dalla Confesercenti e dal nostro quotidiano la Nuova Ferrara, dove sono state premiate le tre scuole che hanno partecipato: Govoni, Leopardi, Poledrelli. I ragazzi durante il periodo natalizio hanno colorato gli ideato degli elaborati della piazza di Ferrara con ottimi risultati. Alla cerimonia conclusiva erano presenti il direttore della Confesercenti Alessandro Osti e per la redazione della Nuova Ferrara, Gian Pietro Zerbini. I ragazzi hanno offerto anche un piccolo spettacolo con la Govoni che ha proposto due canzoni:    “Oh when the Saints go marchin’in” e “L’ombelico del mondo” di Jovanotti, è seguita l’esibizione corale degli alunni della Leopardi con il tema “I will follow him” tratto dal film “Sister Act” : infine i ragazzi della Poledrelli hanno recitato l’Ode a Ferrara, una filastrocca che parla della nostra città. Non sono mancati gli applausi per tutti e per questa iniziativa alla quale hanno partecipato 118 ragazzi suddivisi in sei classi di tre scuole.  Ecco il testa dell’Ode a Ferrara della 5 A del Poledrelli
Ode a Ferrara
Ferrara è proprio come un fiore
sempre bella a tutte le ore,
se a prima vista può sembrar noiosa,
in realtà è assai gioiosa,
infatti questa città
è ricca di qualità.
I suoi monumenti
son davvero stupefacenti,
l’estense castello col fossato
dagli abitanti tanto amato.
A Palazzo Muncipale,
c’è un camerino niente male
dove dame e duchesse
si agghindavan da principesse.
Il palazzo dei diamanti
ospita quadri di pittori importanti
e la cattedrale di rara beltà
le porte del paradiso ti aprirà.
C’è infin la dimora Schifanoia
da far invidia anche ai Savoia.
Ma di sola arte non si vive
allora qui puoi trovar molte alternative.
Se lo sport vuoi praticare ad esempio
le antiche mura saranno il tuo tempio,
attraversarle tutte è prova dura
ma d’estate troverai frescura
e se percorrerle vuoi più in fretta
puoi allenarti con la bicicletta.
Vi è poi il parco Massari
dove si potrebbe fare un safari,
per non parlare dei verdi prati
dove i cani corron beati.
Le persone di grande intelletto
qui non trovan solo diletto,
l’università posson frequentare
se buone capacità han da dimostrare,
ingegneri, avvocati, gran dottori...
ogni giorno si coronan d’allori.
Chi poi si lascia prender per la gola
dalla felicità farà una capriola,
le coppie di pane son la specialità,
e i cappelletti una vera bontà.
Il pasticcio è il piatto migliore
che puoi mangiare a tutte le ore,
per non parlar degli insaccati
che col cucchiaio son gustati.
Il pampapato è il re della tavola
degno final di un banchetto da favola.
Spero che la rima sia gradita
visto che ormai è già finita,
canta doti e qualità
di Ferrara la nostra città.
La guida allo shopping del Gruppo Gedi