Il futuro Museo Rambaldi ha amici pure a Los Angeles

Contatto via teleconferenza fra il sindaco Paron, Victor figlio del tre volte premio Oscar e Maximilian Law, attore e regista che vive negli States

Nella prima serata di ieri il sindaco di Vigarano Mainarda, Barbara Paron, e Victor Rambaldi, figlio di Carlo, il mago degli effetti speciali vincitore di tre premi Oscar, hanno parlato in teleconferenza con Los Angeles. Dall’altra parte c’era Maximilian Law. Si tratta di un nome d’arte straniero per un ferrarese, Massimiliano Stroscio, vissuto a Ferrara fino all’età di 21 anni e dopo aver studiato arte e recitazione, a Roma e Milano, si è trasferito negli Usa, dove gestisce una casa di produzione denominta JPR.

«Tutto è nato - ci ha spiegato sempre ieri il primo cittadino vigaranese - da un contatto tramite Facebook. Non conosciamo direttamente la persona e non sappiamo i motivi che hanno portato a richiedere questo colloquio. Anche se immaginiamo l’argomento, visto che la richiesta ci è pervenuta da una persona che opera nel mondo del cinema. Ascolteremo e valuteremo».

Causa l’ora tarda dell’incontro, dovuto alla differenza del fuso orario, non si conoscono ancora gli argomenti trattati. Il futuro Museo Rambaldi, che troverà posto all’interno del nascente polo scolastico, ha superato il primo gradino per ottenere la rilevanza di carattere nazionale e l’idea, annunciata da tempo, di arrivare a fare un film-festival per gli effetti speciali sono notizie che hanno varcato l’Oceano e, probabilmente, saranno queste le tematiche al centro della videoconferenza di ieri sera.

Maximilan è particolarmente attivo in questo periodo, anche se purtroppo per lui il suo cortometraggioTomorrow will be another day (“Domani sarà un altro giorno”) è stato escluso all’ultima selezione dalle nomination agli Oscar. Nei giorni scorsi (vedi il link http://lanuovaferrara.gelocal.it/tempo-libero/2015/02/20/news/nasce-il-ferrara-film-festival-1.10904044?ref=search) abbiamo raccontato di come il giovane regista e attore ferrarese sia entrato in contatto con l’amministrazione di Ferrara per realizzare il Ferrara Film Festival, che si dovrebbe tenere in autunno. «Sarà supportato al 100% da privati - spiega lo stesso Law -, è un progetto ambizioso ma realizzabile. L’obiettivo è creare qualcosa di diverso da Roma e Venezia, più alla portata della gente comune, con tanti eventi».

«Riguardo a Vigarano - aggiunge Law -, nonostante il tutto sia ancora molto informale, abbiamo comunque appurato che una collaborazione tra Ferrara Film Festival e fondazione Rambaldi può portare non altro che un beneficio comune ed effetti positivi al territorio Ferrarese e tutte le parti coinvolte nel progetto... anche perché e' in linea con la mia idea di portare un pezzo di Hollywoo" a Ferrara. Victor mi ha anche reso noto della sua Associazione “Effetto Cinema” ed a breve, quando sarò in Italia, ci incontreremo per parlarne. Ne approfitto per ringraziare il sindaco Paron, per aver fatto da tramite in questa potenziale partnership».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi