Boom di richieste su Carife Federconsum in assemblea

Il boom di contatti e richieste di appuntamento da parte degli azionisti Carife, per valutare la possibilità di cause legali di recupero dei soldi persi nella perdita di valore dei loro titoli, ha...

Il boom di contatti e richieste di appuntamento da parte degli azionisti Carife, per valutare la possibilità di cause legali di recupero dei soldi persi nella perdita di valore dei loro titoli, ha indotto Federconsumatori a convocare un’assemblea pubblica. Il giorno prescelto è sabato 9 alle 10 al centro Rivana Garden di via Gaetano Pesci. Sarà presente tutto lo staff di legali di Federconsumatori Ferrara e Massimo Cerniglia, l’avvocato che segue i casi di “risparmio tradito” per l’associazione nazionale. L’obiettivo è fornire ai risparmiatori «le informazioni necessarie e i percorsi che s’intendono seguire per tutelare i loro risparmi» preannuncia il presidente Roberto Zapparoli. Federconsumatori ha già messo in piedi tre cause contro Carife per il recupero complessivamente di 1,2 milioni di euro in azioni vendute durante la crisi della banca, forte anche di un pronunciamento dell’ombudsman bancario contro Carife. Di recente Federconsumatori si era rivolta a tutti i 28mila azionisti della banca, per informare che non è possibile formulare una class action ma bisogna procedere con cause individuali.