Ferrara, scatta in periferia la raccolta porta a porta

Rifiuti, da oggi si comincia nelle case sparse della zona nord-ovest. L’assessore: entro l’anno tariffa puntuale

FERRARA. La raccolta differenziata porta a porta non deve essere materia per soli “urbanizzati”. Così Hera, che gestisce il servizio per conto del Comune, allarga il raggio al forese e in particolare alle case sparse, quelle non comprese nei centri abitati. Oggi parte il piano di coinvolgimento della zona nord-ovest, in pratica le frazioni di Casaglia, Fondo Reno, Fossadalbero, Pescara e Sabbioni. Entro la fine dell’anno, progressivamente, l’azione si estenderà nel resto della zona nord. «Viene in questo modo a completarsi - spiega l’assessore all’ambiente Caterina Ferri - il piano per la raccolta porta a porta. Un passaggio importante anche in previsione della tariffazione puntuale: entro fine anno la Regione dovrebbe dare il via libera e noi valuteremo il sistema più adeguato».

Intanto, come illustra Alberto Santini di Hera, con il nuovo passo circa 700 cassonetti a cubo saranno eliminati dalle strade: per le persone coinvolte basterà depositare (nei giorni prestabiliti ed entro le 8 del mattino) all’esterno del passo carraio i rifiuti ben distinti tra plastica, carta, vetro, piccole potature e indifferenziato. Di grande importanza poi è l’uso delle compostiere domestiche (gratuite), che determina oltre a una migliore gestione dei rifiuti di casa, limitandone la produzione e risparmiando in concime, anche una riduzione della Tari. Il progetto, spiega Santini, «permetterà di attivare in modo capillare la raccolta differenziata in zone prima sprovviste di tale servizio garantendo un aumento e un miglioramento della differenziata. Inoltre agevolerà gli utenti e aumenterà la loro sicurezza: per conferire i rifiuti, non sarà più necessario esporsi al traffico stradale». «La chiusura delle circoscrizioni - aggiunge l’assessore al decentramento Simone Merli - non significa riduzione dei servizi. La differenziata fa bene a tutti».

Già da settimane Hera svolge una campagna informativa, casa per casa, da parte di personale identificabile da apposito tesserino di riconoscimento che consegna il kit di raccolta. Due gli incontri pubblici: sabato 11 luglio, dalle 9 alle 11, presso il parcheggio antistante il Circolo Arci di Fondo Reno, via Civetta 63/65 e domenica 12 (stesso orario) nel parcheggio dell'edicola di Francolino in via Calzolai, angolo Via Nanetti. (f.t.)

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi