«I cantieri ferraresi sono una priorità»

Raffaele Donini: «Tangenziale Ovest chiusa a inizio 2016, Cispadana e Ferrara Mare opere di rilevanza nazionale»

La chiusura del cantiere per la realizzazione dell’ultimo tratto della Tangenziale Ovest nei primi mesi del 2016; e la garanzia del finanziamento regionale di 179 milioni di euro destinati alla Cispadana che, insieme alla trasformazione in autostrada della Ferrara Mare, dovrà diventare un’opera di rilevanza nazionale.

Questi i punti fermi ribaditi ieri pomeriggio dall’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, nel corso del sopralluogo al cantiere della Tangenziale Ovest compiuto con i consiglieri regionali Paolo Calvano e Marcella Zappaterra, al sindaco Tiziano Tagliani, all’assessore comunale al Lavori Pubblici Aldo Modonesi e al responsabile del Settore Infrastrutture del Comune di Ferrara Enrico Pocaterra.

È dal 1997 che i ferraresi aspettano la Tangenziale Ovest. Nel dicembre 2014 era stato finalmente completato il primo tratto, quello che congiunge via Beethoven con via Modena, accorciando il tragitto da 20 a 3 minuti. Resta da completare la seconda parte, che da via Ferraresi arriverà al casello di Ferrara Sud, togliendo un bel po’ di traffico dalla congestionata via Bologna. Ed è proprio al casello autostradale, destinato a diventare uno degli snodi stradali cruciali non solo per la viabilità ferrarese, che ieri tecnici e amministratori si sono dati appuntamento per un bilancio sull’andamento dei lavori e dei progetti. Il cantiere della Tan genziale Ovest sembra ormai procedere senza intoppi «e contiamo di concludere e inaugurare l’opera nei primi mesi del prossimo anno», prevede Donini.

Un altro capitolo fondamentale è rappresentato dalla Cispadana: «Siamo ora nelle condizioni di poter sbloccare la Valutazione di Impatto Ambientale - prosegue Donini - questione che sarà affrontata dal Consiglio dei Ministri puntando a trovare un punto d’incontro tra il Ministero dell’Ambiente, che ha già concesso l’assenso alla Via, e quello ai Beni Culturali, su posizioni più critiche. Già avviato anche l’iter per trasformare la Cispadana in opera di rilevanza nazionale, e nel frattempo la Regione ha già messo a bilancio 179 milioni di euro per mantenere il finanziamento regionale: tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2016 sarà approvato il Piano Economico Finanziario da presentare al Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica».

Un’altra priorità, ha concluso l’assessore, è la superstrada Ferrara Mare e il progetto di trasformarla in autostrada con la realizzazione della terza corsia, progetto per il quale, ha ribadito Donini, «siamo impegnati nel conseguimento della Via, in un’ottica di abbattimento del fabbisogno regionale di infrastrutture».