Mezzano allagato per spegnere le puzze

Il risultato del confronto nella sede dell'Arpa, le operazioni sono già iniziate. Interessata un'area di 20 ettari

FERRARA. Magari non darà risultati immediati, ma una soluzione per fermare la combustione di torba nel Mezzano e, di conseguenza, fermare l'emissione di puzze che nelle ultime giornate ha invaso in particolare i Lidi (anche se la notte scorsa sembra sia passata senza problemi) è stata alfine adottata dopo l'incontro a Ferrara nella sede dell'Arpa.

 Non sarà rapidissima perchè si tratta in pratica di allagare una vasta porzione di tereno - l'area interessata è di  circa 20 ettari secondo il comunicato dell'Arpa, ma c'è chi dice sia più vasta - e le operazioni, anche se già avviate, non sono facilissime da realizzare.

Tutto è nato con l'incendio di sterpaglie, quello sì ormai spento, cha ha innescato la combustione del terreno agricolo incolto, prevalentemente torboso. Di per sè non è una situazione nuova, anzi viene definita ricorrente sempre nel comunicato Arpa - ma lo è l'estensione dell'area interessata, 20 ettari appunto. 

"A oggi - si legge ancora nel comunicato Arpa - si sono rilevate vaste aree con esalazioni di fumi che continuano a propagarsi a seconda della direzione principale del vento. Sul luogo è in corso un intervento da parte della proprietà e del Consorzio volto a sommergere l'area attraverso l'impiego di acqua derivata dal vicino canale con due gruppi di pompaggio".

Ed è qui che si intuisce la complessità del compito da svolgere. Vista l'urgenza dell'intervento si è deciso di realizzare, tramite movimentazione terra, nuovi argini di contenimento per nuove zone da allagare tramite pompe idrovore che aspirino acqua dal canale adiacente. 

"E' stata coinvolta per questo - continua il comunciato Arpa -  la Sala operativa regionale della Protezione civile che si è dichiarata pronta, così come i Comuni di Ostellato e Comacchio, a mettere a disposizione le attrezzature necessarie. L'Azienda Usl ritiene inoltre che gli attuali punti di monitoraggio di Arpa presenti a S. Giuseppe di Comacchio e a Ostellato siano idonei a effettuare il costante monitoraggio della qualità dell'aria per il periodo che sarà necessario alla definitiva risoluzione del problema".