Dal tutor al velox per ridurre gli incidenti

Il tutor sulla Strada provinciale 68

Il cambiamento avverrà sulla provinciale 68 di Codigoro, fra Dogato e Maiero: i nuovi rilevatori ci saranno dall'1 novembre

DOGATO. Da domenica 1 novembre sarà modificato il sistema di controllo della velocità lungo la Strada provinciale 68 di Codigoro, non più basato sulla velocità media ma sul rispetto dei limiti di quella puntuale. In altri termini, il sistema tutor (fra Dogato e Maiero) sarà sostituito con uno del tipo velox.

Lo ha deciso la Provincia dopo aver riscontrato che dall’entrata in funzione del tutor nel 2012, istallato lungo la Sp68 tra i chilometri 12 e 16 in entrambi i sensi di marcia, si è verificato un aumento dell’incidentalità, soprattutto nei pressi dei portali che segnano l’inizio del tratto sottoposto a controllo.

La causa è data verosimilmente dall’alta velocità tenuta dai conducenti al momento di varcare i punti d’ingresso. Infatti, visto che tale dispositivo rileva la velocità media di percorrenza, pur superando i limiti consentiti nel tratto iniziale è possibile non incorrere in sanzioni moderandola in quello seguente.

L’aumento degli incidenti riscontrato, fra l’altro, ha pesato sui conti provinciali sotto forma di costi per danni provocati a guard rail, segnaletica e altre dotazioni presenti lungo la Sp di Codigoro.Da qui la decisione di modificare il dispositivo che controllerà non più la velocità media ma quella puntuale in entrambi i sensi di marcia, per indurre, almeno secondo le intenzioni, a un maggiore rispetto dei limiti consentiti e aumentare quindi le condizioni di sicurezza.La sostituzione delle strumentazioni non comporterà alcuna variazione di costi per l’amministrazione che ha sede in Castello Estense.