Una giornata per parlare dell’energia sostenibile

Il comune di Ferrara, assieme a quello di Voghiera e Masi Torello, si è impegnato a ridurre entro il 2020 del 24,7% le emissioni di anidride carbonica, rispetto a quelle del 2007. Il tutto sulla base...

Il comune di Ferrara, assieme a quello di Voghiera e Masi Torello, si è impegnato a ridurre entro il 2020 del 24,7% le emissioni di anidride carbonica, rispetto a quelle del 2007. Il tutto sulla base del Patto dei sindaci firmato un paio d’anni fa, che prevede una serie di azioni in campi come i trasporti pubblici, la produzione locale di energia, l’efficientamento degli edifici e delle attività produttive. Per fare il punto sulla situazione torna l’appuntamento con “Energy Day”, una giornata di riflessione, approfondimento e divulgazione con dimostrazioni pratiche che si svolgerà venerdì prossimo dalle ore 10 alle 17 in piazza Municipale (Mercato di S. Stefano in caso di pioggia). «L’obiettivo – spiega l’assessore Caterina Ferri – è un rapporto con la cittadinanza e le scuole per attirare attenzione sui cambiamenti climatici e l’importanza delle energie sostenibili. Tra l’altro si può scoprire quali sono i comportamenti quotidiani da mettere in pratica, nel rispetto della natura e potendo anche risparmiare».

Ad organizzare sono, oltre agli enti pubblici, oltre quaranta soggetti del territorio, tra cui associazioni delle imprese, dei consumatori e sindacati. «Le imprese sono attente su questi temi da vent’anni e si stanno impegnando per razionalizzare e ottimizzare l’acquisto di energia», dice Giacomo Pirazzoli (Unindustria). La seconda edizione di “Energy Day”, il cui calendario è stato sviluppato dal Centro Idea del Comune, si divide in più momenti. Dalle conversazioni sull’energia che racconteranno le esperienze in corso nel Ferrarese e daranno alcuni consigli su solare termico e fotovoltaico, caldaie e in che modo risparmiare grazie agli acquisti collettivi. “Parleremo anche di come ridurre lo spreco alimentare”, aggiunge Dante Bandiera, assessore di Voghiera, comune proprio ieri premiato a Parma in qualità di ente virtuoso. «L’informazione è ancora debole su queste tematiche, va incrementata», sostiene Dario Vinciguerra (Provincia). Ci saranno poi tecnologie in mostra, tra cui quelle “inventate” dai ragazzi dell’Iti Copernico Carpeggiani e dell’istituto Aleotti: auto alimentate a energia elettrica e solare, robot Lego che acquisiscono parametri ambientali, sistemi per la produzione di energia. In collaborazione con i Digital Champion di Ferrara, nel pomeriggio si terrà un confronto sulle ultime novità informatiche in questo campo e verrà premiata l’applicazione più originale e dalle potenzialità di sviluppo più interessanti. Mentre per l’intera giornata verranno organizzate delle visite guidate agli impianti energetici della provincia, tra centrali biogas e fotovoltaici, anche nell’area Sipro di San Giovanni d’Ostellato.

Fabio Terminali