I carabinieri hanno arrestato i due banditi che hanno rapinato e massacrato di botte due donne

L'autovettura usata dai due

I militari con indagini lampo sono riusciti a prendere i due giovani romeni (classe 1993 e 1989), che non vivono nel Ferrarese. Entrambi sono accusati di tentato omicidio

RENAZZO Sono già  in carcere i due banditi che ieri hanno aggredito e ridotto in fin di vita anziana e nuora a Renazzo di  Cento, in via Lunga.

Renazzo, il luogo dell'agguato

Sono due giovani  di 22 e 26 anni, di nazionalità romena, rispettivamente Constantin Florin Grumeza

Constantin Florin Grumeza classe 1993
e Leonard Veissel,

Leonard Veissel classe 1989
che  non abitano  nel Ferrarese. Il più anziano  dei due aveva in uso l'auto vista scappare dalla casa della aggressione in via Lunga, una Audi A 6.Entrambi hanno a carico un fermo con le accuse di rapina e tentato omicidio firmati dal pm Filippo di Benedetto sulla base delle indagini lampo dei carabinieri di Cento che avrebbero incrociato dati investigativi dei giorni scorsi perché la stessa auto era stata fermata da carabineri per controlli e  gli occupanti identificati.

Da qui sono partite indagini che hanno portato ai due arrestati: Grumeza, incensurato, abita a Castelfranco Emilia (Mo), mentre Leonard Veissel, sempre incensurato, è in Italia senza fissa dimora. Per i due i reati contestati sono concorso in tentato omicidio e concorso in rapina.

Sono ancora in gravissime condizioni Cloe Govoni di 84 anni e la nuora Maria Humeniuc, di 53 anni, picchiate selvaggiamente dai banditi con un bastone dopo averli sorpresi a rubare in casa.

Sul profilo Facebook della Nuova Ferrara c'è il video dell'arresto dei due da parte dei carabinieri.