Assoconsum va in Procura «Esposto sul rischio default»

L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori, annuncia di aver inviato un esposto alla Procura di Ferrara «affinchè venga accertato se il rischio di default di Carife sia dovuto a...

L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori, annuncia di aver inviato un esposto alla Procura di Ferrara «affinchè venga accertato se il rischio di default di Carife sia dovuto a malversazioni interne o speculazioni» si legge in una nota. Il rischio default viene desunto dal decreto di salvataggio del 22 novembre, che appunto ha scongiurato questa eventualità. Asso-consum, componente del Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, muove dall’anticipo del bail-in «che ha danneggiato i risparmiatori, nello specifico azionisti e titolari di azioni che si sono visti annullare i propri investimenti ex-abrupto». L’associazione si chiede se «questo provvedimento possa considerarsi costituzionale in quanto azionisti e titolari di obbligazioni nel momento in cui hanno investito i propri capitali nella banca non erano a conoscenza di tale rischio». Il presidente Aldo Perrotta, poi, si chiede «come mai autorità di vigilanza e le stesse banche, nelle discussioni su come procedere al salvataggio, non si sono per nulla preoccupate delle conseguenze sulla clientela?».