La comunità islamica centese scende nuovamente in piazza

CENTO. Continua l’impegno della comunità islamica centese nel dire no al terrorismo ed alla violenza. Per questo, il Centro culturale per la Convivenza di Cento, assieme a tutte le altre comunità...

CENTO. Continua l’impegno della comunità islamica centese nel dire no al terrorismo ed alla violenza. Per questo, il Centro culturale per la Convivenza di Cento, assieme a tutte le altre comunità musulmane del Ferrarese, hanno deciso di aderire all’iniziativa regionale promossa dalla Federazione regionale Islamica dell’Emilia-Romagna in collaborazione con la Confederazione Islamica Italiana (Cii), che si terrà domenica 13 a Bologna.

«Ad un mese esatto dalla strage avvenuta nella capitale francese - spiega Mountassir Hamadi, presidente della Federazione regionale Islamica - si terrà per le vie di Bologna, una corteo di solidarietà e pace, sotto lo slogan di “Non nel mio nome”, “Not in my name”, “Pas en mon nom” e pure in arabo. Una manifestazione per condannare con fermezza e senza ambiguità alcuna, gli ignobili atti terroristici contrari ad ogni fede ed religione, e per esprimere vicinanza al popolo francese ed a tutti i familiari delle vittime così barbaramente uccise».

Il ritrovo è fissato per le 15.30 in piazza XX Settembre. Poi, la partenza del corteo che percorrerà via Indipendenza fino a piazza Maggiore: «Qui – prosegue il presidente Hamadi - verrà realizzato un sit-in a lume di candela e bandiere della pace per ricordare le vittime di quell’attacco barbaro e atroce che tanti significati crudeli e incivile. Aspettiamo tutta la comunità e tutte le associazioni della regione, perché solo insieme è possibile sconfiggere il terrorismo e dire no alla violenza, qualsiasi colore essi abbiano». (be.ba.)