In pista il legale anti-Fiat

Domani si dovrebbe conoscere la data dell’udienza di fronte al giudice del lavoro per discutere il ricorso della Cgil per comportamento antisindacale di Basell nel licenziamento del delegato Luca...

Domani si dovrebbe conoscere la data dell’udienza di fronte al giudice del lavoro per discutere il ricorso della Cgil per comportamento antisindacale di Basell nel licenziamento del delegato Luca Fiorini. La causa è seguita da Alberto Piccinini, il legale bolognese esperto di diritto del lavoro che ha difeso, con successo, i delegati Fiom nei numerosi processi contro la Fiat degli ultimi anni, compreso quello di Pomigliano. C’è la possibilità che anche la mail con la quale l’azienda si dichiara disposta a riprendere subito le trattative per l’integrativo, inviata direttamente a tutti i dipendenti, possa finire nel dossier. Azienda e sindacati si sono incontrati anche venerdì mattina, a Unindustria: l’incontro era convocato per discutere la gestione degli impianti durante gli scioperi programmati, ma si è parlato anche della vicenda Fiorini. Nulla di fatto, però, per via della «‘monetizzazione’ delle proposte. Ma come abbiamo ribadito nell’assemblea di giovedì - si legge in una nota delle Rsu - dignità lavorativa, libertà e autonomia sindacale non si misurano in dollari».

Sul lato giudiziario, in ogni caso, potrebbe essere necessario un ricorso specifico di Fiorini contro il licenziamento, oltre a quello della Cgil.