Centrodestra, a Vigarano Raho pronto a candidarsi

Antonio Raho

Il consigliere comunale uscente vuole il confronto con Bergamini. «Se non si faranno le primarie ho già deciso di scendere in campo»

VIGARANO MAINARDA. Mentre Lega Nord, Forza Italia e la lista civica “Per Noi Vigarano” hanno scelto il candidato sindaco Davide Bergamini per le prossime elezioni amministrative, nell’area di centro destra c’è aria di burrasca. Fratelli d’Italia e la lista civica “Di più per Vigarano” punteranno infatti su Antonio Raho, già candidato a sindaco nelle precedenti lezioni amministrative quando sfiorò una clamorosa affermazione ottenendo 1.800, soltanto 150 in meno di Barbara Paron che era la candidata dellla coalizione di centrosinistra (ottenne 2001 voti) e che anche stavolta si ripresenterà.

«Abbiamo espresso più volte alla Lega la volontà di compiere un percorso assieme - spiega lo stesso Raho - io e Mauro Zanella ci siamo incontrati diversi volte con gli esponenti locali della Lega Piccinini e Gardenghi e sembrava che un’intesa fosse possibile, poi ci hanno detto che della situazione vigaranese se ne sarebbe occupato lo stesso Alan Fabbri in persona (capogruppo della Lega in consiglio regionale e segretetario provinciale). Abbiamo proposto a Fabbri di fare le primarie nel centrodestra per scegliere il candidato ma una quindicina di giorni fa mi ha detto che di primarie non se ne parlava che il sottoscritto era troppo forte rispetto a Bergamini e allora se ero troppo forte per fare le primarie non lo sono anche per fare il candidato a sindaco? Evidentemente avevano già deciso il candidato. Conosco Bergamini - prosegue Raho - cinque anni fa faceva parte della mia lista na qui a Vigarano non è conosciuto (alle precedenti elezioni ottenne una ventina di voti mancando di molto il seggio in consiglio comunale ndr.). La Lega in questo territorio è forte (600 i voti ottenuti alle precedenti elezioni ndr.) evidentemente ha deciso di puntare su un candidato leghista».

Raho lascia ancora aperta una porticina. «Sono ancora convinto he si possa trovare la quadra a patto che si lasci fare ai territori. Unire il centrodestra è semplice. Bergamini deve partecipare alle primarie. Se vincerà lo appoggeranno tutti. Imporre un candidato dall’alto non lo ritengo giusto. Se non mi vogliono me lo dicano chiaro e tondo. Candidarsi a sindaco e aver paura del giudizio preventivo della gente è una contraddizione. Sento il sostegno intorno a me, in tanti mi dicono di continuare». Raho chiarisce anche i rapporti con Forza Italia. «Con loro abbiamo cercato una linea comune. Non so se appoggeranno in blocco Bergamini». E con Marcello Fortini e la sua lista “Per Noi Vigarano”? Cinque anno fa mi appoggiò ora ha fatto un’altra scelta». «Nessuno ha chiesto il mio parere - sbotta Daniela Tartarini, referente locale di Forza Italia - la ritengo una mancanza di rispetto nei miei confronti».