Come esportare macchine in Iran

Grandi opportunità per le piccole imprese, seminario Unioncamere

Dopo anni di isolamento, l'Iran può tornare a essere uno dei partner più importanti nel Medio Oriente. La spinta che nascerà dalla progressiva attenuazione delle sanzioni dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea favorirà lo scambio tra l'Italia e l'Iran, e il recupero di quote di mercato perse a causa delle misure restrittive. L'Emilia-Romagna ha buone chance da giocarsi: è infatti al secondo posto, dopo la Lombardia, per l'export verso l'Iran a livello regionale, con un percentuale pari a quasi un quinto del totale nazionale. Sono i prodotti che caratterizzano le esportazioni regionali, quali macchinari, macchine, medicinali e prodotti chimici a riscuotere il gradimento maggiore.

Per dare risposta alle molte domande delle imprese interessate alla riapertura del mercato iraniano, Unioncamere Emilia-Romagna e il sistema camerale regionale, con il co-finanziamento della Regione e d'intesa con Unioncamere Lombardia, promuovono il progetto "I macchinari in Iran: un percorso di opportunità dopo l'Implementation day", per favorire, attraverso un percorso di accompagnamento rivolto alle piccole e medie imprese regionali, l'approfondimento delle opportunità esistenti nel Paese riguardo a quel composito settore. Il progetto sarà illustrato alle imprese attraverso un ciclo di incontri informativi nelle sedi delle Camere di commercio: a Ferrara l’appuntamento è fissato il 6 aprile (ore 9.45-11.45); gli altrri incontri si tengono il 5 a Piacenza, il 6 a Bologna, il 7 a Ravenna e Rimini.

La partecipazione ai seminari è gratuita dopo compilazione e invio della scheda di adesione, entro le 12 di oggi, agli indirizzi e-mail: paola.frabetti@rer.camcom.it o mary.gentili@rer.camcom.it

Saranno illustrate le caratteristiche del mercato iraniano e le prospettive per il settore dei macchinari italiani, il supporto finanziario per operazioni commerciali (a cura di Banca Popolare dell'Emilia-Romagna) e le tappe del progetto.

Gli incontri sono infatti il primo momento dell'iniziativa che favorirà percorsi mirati di accompagnamento per azienda, finalizzati ad avviare collaborazioni industriali in Iran. Al termine della fase personalizzata per ogni impresa, sarà organizzata nel mese di settembre una missione a Teheran con 15 aziende selezionate.

L'Iran è la seconda più grande economia della regione “Mena” (Middle East and North Africa) in termini di Pil (484 miliardi di dollari) dopo l'Arabia Saudita, e di popolazione (78 milioni di persone) dopo l'Egitto. È secondo per risorse di gas naturale al mondo e quarto per petrolio.