Hugo Pratt e il suo alter ego. Corto Maltese compie 50 anni

A Bologna le 164 tavole orignali di "Una ballata del mare salato"

L’infinito liquido che trascolora tra il blu e il turchese, pesci che sono la memoria del mondo da quando Mu ed Atlantide erano ancora terre emerse, febbri malariche, donne di una bellezza seconda solo alla propria personalità, un antieroe che cerca la sua salvezza, non quella dell’umanità.

A 50 anni dalla primo incontro con Corto Maltese, apparso nel 1967 in “Una ballata del mare salato”, oggi Bologna inaugura oggi a palazzo Pepoli una mostra dedicata ad Hugo Pratt e il suo personaggio di punta, con oltre 400 tra disegni, acquerelli, chine, riviste e rarità. Mostra nella mostra, saranno tutte insieme per la terza volta dalla creazione le 164 tavole originali di “Una ballata del mare salato”. Non solo Corto Maltese, ma anche storie come Anna della giungla, Ernie Pike e Sgt Kirk. Al piano terra è stato allestito anche un giardino d'inverno, per ricreare le atmosfere del secolo scorso e dei fumetti di corto. La mostra resterà aperta fino al marzo 2017