Animalisti mobilitati contro il grande stabulario Unife

Tra l’albero di Natale e le fontane danzanti ieri pomeriggio in piazza c’era anche un drappello di attivisti Animal defenders e Lav, per celebrare la giornata internazionale dei diritti degli animali...

Tra l’albero di Natale e le fontane danzanti ieri pomeriggio in piazza c’era anche un drappello di attivisti Animal defenders e Lav, per celebrare la giornata internazionale dei diritti degli animali attraverso la protesta contro l’ampliamento dello stabulario Unife. Lì dentro, dicono gli animalisti, ci sono 6 macachi e centinaia di altri animali sui quali si pratica la vivisezione, e mentre la modenese Unimore ha deciso di sospendere questo tipo di esperimenti, a Ferrara si sta progettando l’ampliamento dello stabulario. Proprio questo procedimento, che dev’essere approvato dal consiglio comunale, è al centro dell’attenzione per la richiesta M5s, accolta, di non procedere all’approvazione in commissione prima di un passaggio alla Consulta animalista, previsto per martedì 13. «Le associazioni animaliste chiederanno anzitutto che venga rispettato l’impegno preso a luglio dalla presidenza del consiglio e dai capigruppo, di una loro visita allo stabulario per verificare le condizioni degli animali» anticipa Paola Cardinali (Avedev). Unife ha sempre respinto gli inviti animalisti di aprire lo stabulario.