Duplice omicidio, il 17enne resta in carcere

La casa dove si è consumato il duplice omicidio

Respinta la richiesta di affidamento in comunità per il giovane accusato di aver assassinato i genitori dell'amico

PONTELANGORINO. Confermata la custodia cautelare in carcere per il 17enne indagato per il duplice delitto di
Pontelangorino: è accusato di aver ucciso a colpi di scure i coniugi Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, in concorso con il figlio 16enne della coppia, la notte tra il 9 e il 10 gennaio.

La decisione è dei giudici del Riesame del tribunale per i Minorenni di Bologna, che hanno respinto il ricorso contro l'ordinanza del gip del difensore del ragazzo, avvocato Lorenzo Alberti Marangoni Brancuti. La richiesta della difesa era di scarcerazione e affidamento a una comunità. Venerdì in udienza il giovane, che sarebbe l'esecutore materiale dell'omicidio, aveva ribadito il proprio pentimento.