Sbloccati 10 milioni per l’Idrovia

Un progetto esecutivo per interventi sul canale Boicelli da realizzare entro il mese di aprile 2018

La giunta regione ha sbloccato 10 milioni per interventi di riqualificazione sull’Idrovia Ferrarese. Sono soldi che erano in datazione alla Provincia, concessi alla regione, in quanto l’amministrazione provinciale non poteva più appaltare interventi. Scende quindi in campo ora l’agenzia regionale per al salvaguardia del territorio con un progetto esecutivo di importo consistente da realizzare entro l’aprile del 2018.

«Il progetto - precisa il presidente dell’amministrazione provinciale, Tiziano Tagliani - riguarderà interventi nel Canale Boicelli».

Il progetto dell’Idrovia ferrarese, che vede coinvolti nella realizzazione Provincia, Regione Aipo, prevede molti interventi da realizzare per la creazione di infrastrutture sulle vie d’acqua.

AppaltatI 70 milioni, con interventi sulle due darsene di Comacchio, sul Ponte di Valle Lepri, sulla passerella ciclopedonale di Fiscaglia.

Il primo lotto dei lavori dell’Idrovia ferrarese ha portato alla sistemazione dell’intero comparto del nodo di San Giorgio con riqualificazione dell’intera area mediante la realizzazione di una rotatoria centrale e di un’area parcheggio per un importo di 1,8 milioni.

Nel secondo lotto di interventi da realizzare c’è ancora il nuovo Ponte di Final di Rero e una riqualificazione fluviale del Volano per un importo da 18 milioni. Da realizzare anche nil ponte carrabile Madonna nei pressi di Migliarino ed è in fase di collaudo il nuovo ponte realizzato ad Ostellato.

«L’idrovia ferrarese ha incontrato molte difficoltà - è la dichiarazione di Marcella Zappaterra, consigliere regionale Pd che conosce bene la materia essendo stata anche presidente dell’amministrazione provinciale nel quinquennio 2009-2014 - a causa della crisi economica abbiamo dovuto fare i conti con aziende che sono fallite e che dovevano realizzare l’appalto. C’è comunque la determinazione per completare l’opera».