Ferrara, quasi mille furti all’anno:triplicate le razzie in casa

I dati delle spaccate nelle abitazioni del territorio del comune capoluogo. Fenomeno in espansione che ormai non risparmia alcun quartiere o paese

FERRARA. Ormai è un bollettino di guerra. Un giorno sì e l’altro pure le cronache sono costrette a riportare notizie di furti in abitazioni più o meno consistenti e quello che compare è solo una parte delle effettive spaccate che vengono effettuate nel territorio ferrarese.


Un dato significativo dell’incremento purtroppo di questo fenomeno delinquenziale viene dato dal rapporto dei furti in abitazione che sono state denunciato negli ultimi anni.
Nel 2005 secondo i dati rilevati dall’ufficio statistica del Comune di Ferrara in base alle denunce delle forze dell’ordine all’autorità giudiziaria, i furti in abitazione erano stati 278 con una media inferiore quindi al furto al giorno. Con il passare degli anni - come riporta la tabella qui a lato - c’è stato un incremento quasi costante dei furti nelle abitazione e l’ultimo dato del 2016 si avvicina a quota mille. Come dire che nel corso di un decennio i furti nelle case perpetrati nel territorio del Comune di Ferrara sono in pratica più che triplicati e parliamo di reati denunciati che sono un dato molto simile al dato reale visto che a Ferrara, quasi tutti i reati, soprattutto i furti, vengono denunciati.


Una volta i furti venivano effettuati soprattutto nelle case più defilate e con minor insediamento abitativo. Negli ultimi tempi, invece, oltre alle frazioni del forese, vengono prese di mira anche le abitazioni del centro storico. Oltre a questo c’è stata anche una recrudescenza per quello che concerne i furti nei garage e nelle cantine delle abitazioni.


Le tecniche usate dai ladri per entrare sono diventate sempre più sofisticate, con uso anche di telecamerine per vedere se all’interno ci sono beni da rubare, anche se molto spesso la soluzione finale del furto non è mai chirurgica e i danni lasciati nelle strutture come porte e finestre, molto spesso sono maggiori che il valore della merce rubata. Nel frattempo sono aumentati anche gli acquisti di allarmi o dispositivi anti intrusione per creare un deterrente alle razzie diurne e notturne. (g.p.z.)