Quando l'uomo diventa una merce

La rassegna inaugurata al cinema Apollo con l'anteprima mondiale del film Trafficked sulla tratta degli esseri umani

Trafficked apre il Ferrara Film Festival

FERRARA. La seconda edizione del Ferrara Film Festival ha preso avvio ieri al Multisala Apollo con la proiezione, in anteprima mondiale, del film “Trafficked” (USA, 2017), pellicola fuori concorso diretta da Will Wallace, regista anche di “Red Wing" e “Cake”, nonchè attore in “The Tree of Life” di Malick, e realizzata col supporto dell'Onu. ll film, sul tema globale della tratta degli esseri umani, vede come protagonisti Ashley Judd (Il collezionista, Colpevole d'innocenza), Elizabeth Rohm (Angel, Law&Order), Anne Archer (Attrazione fatale).
La proiezione, preceduta dal documentario di produzione italiana, “Invisibili”, realizzato grazie all'Unicef, ha visto la presenza di un pubblico numeroso: come anticipatoci da Law, le prevendite per il film erano esaurite già da alcuni giorni.

Due dei produttori di Trafficked

Durante l'evento inaugurale era presente anche una delle produttrici di “Trafficked”, vale a dire Conroy Kanter, celebre anche come interprete, oltre a uno degli attori, Massi Furlan. Gli altri produttori del film sono Frank Mayor, Premio Oscar nel 2004 per la scenografia de “Il ritorno del re" (del ciclo de “Il signore degli anelli"), il noto regista Joe Dante, autore del celebre “Gremlins", e, infine, Kara Siddharth,  sceneggiatore e attivista contro la tratta di esseri umani.
Andrea Musacci