Maxi-gara per la distribuzione: solo colossi, Cmv si chiama fuori

La maxi gara per la distribuzione del gas in tutta la provincia di Ferrara «è a buon punto, siamo in grado di rispettare i tempi previsti». Lo ha detto il sindaco Tiziano Tagliani a margine dell’inaug...

La maxi gara per la distribuzione del gas in tutta la provincia di Ferrara «è a buon punto, siamo in grado di rispettare i tempi previsti». Lo ha detto il sindaco Tiziano Tagliani a margine dell’inaugurazione degli uffici Cmv E&I, ieri mattina. La gara europea, la più consistente mai bandita nel Ferrarese con una base stimata di circa 500 milioni di euro, deve appunto definire il soggetto che porterà il gas all’utente finale (diverso, quindi, dal venditore). Nel Ferrarese ci sono 9 gestori diversi, a partire da Hera, per gli oltre 3mila chilometri di rete, in parte venduti dalla stessa Hera e in parte di proprietà degli enti pubblici. La stessa multiutility interregionale è data per favorita, anche perché bisognerà vedere se i colossi europei, attirati da analoghe gare nelle metropoli, sceglieranno di fare offerte a Ferrara. Cmv E&I si chiama fuori, «non parteciperemo, è una dimensione eccessiva per noi» ha detto il presidente Fortini.