Il masterchef Baruffa diventa profeta in patria 

Il 4 giugno a Berra aprirà il nuovo locale gestito dal cuoco protagonista in tv. «Non potevo lasciar perdere un’occasione di questo tipo proprio nel mio paese»

BERRA. Dall’esperienza fortunata a Masterchef ai primi passi nel mondo della ristorazione, fino alla decisione di tentare un nuovo percorso professionale... giocando in casa. Dario Baruffa, per tutti “Roccia”, il berrese diventato celebre nel 2016 grazie alla partecipazione al popolare programma televisivo sulla cucina, domenica 4 giugno inizia la nuova avventura, denominata osteria “La vecia Bera” in via Garibaldi. Dietro ai fornelli lui ed uno degli altri due soci, per una cucina che unirà la tradizione (sia carne e pesce) alle novità introdotte da Baruffa. «Diciamo che ci provo - attacca lo chef ex benzinaio -, essere profeta in patria non è semplice, però c’era l’occasione per avviare un bel progetto nel mio paese e non volevo rinunciarvi. In fondo per la mia vita a Berra l’esperienza a Masterchef non ha cambiato le cose, sono sempre il solito e, anzi, non avrei voluto che la gente modificasse l’atteggiamento nei miei confronti».


Si parte domenica 4 giugno dalle 15.30 alle 18 con un lungo aperitivo gratuito, poi alle 19.30 la cena. «L’idea è quella di proporre tutti i tipi di menù, carne, pesce e anche pizzeria. A pranzo avremo un menù a prezzo agevolato proponendo ogni volta un particolare piatto del giorno, ma anche il menù diciamo “corto” sarà sempre diverso, intendiamo cambiarlo ogni mese per offrire cose nuove ai clienti. Mie ricette? In estate sicuramente troverà spazio il risotto al mojito che proposi a Masterchef, così come nel periodo invernale ci saranno i cappellacci alla salamina, ma penso che inserirò sempre qualche sorpresa».


L’avventura di Baruffa parte confidando nella collaborazione con le associazioni del territorio. «Punto molto sulla gente del mio Comune, ma non solo egoisticamente... Ci sono tante associazioni che organizzano iniziative, voglio dar loro una mano in questo senso, proponendo eventi collaterali durante le principali feste. Così è già partita l’organizzazione per la Fiera della zanzara, così come per la sagra “J’oss dal maial” e del baccalà, mentre per il bruscandolo l’appuntamento è solo rinviato al 2018. Ritengo giusto valorizzare il nostro territorio e la cucina è uno dei temi principali».


Fra le proposte anche l’ingresso nella rete commerciale Cashback World (ex Lyoness). Certo, dopo l’esperienza a Masterchef ha ricevuto tanti inviti in giro per la provincia, ora come farà? «In linea di massima accetterò ancora volentieri - chiude “Roccia” -, ma se il ristorante avrà tanto lavoro dovrò per forza ridurre gli impegni. E poi gli eventi intendo organizzarli all’interno del mio locale». (d.b.)