«Messi a tacere sui diritti con la scusa dei controlli» 

Flavio Romani (Arcigay) bloccato otto ore e poi rilasciato in Russia. «La polizia mandata da uno sconosciuto che sapeva tutto di noi attivisti»