Cispadana, «la Regione  non pagherà la bretella» 

Zagni evidenziare come il costo sarà a carico del Comune di Bondeno Per l’ambientalista non ci sono soldi a disposizione e l’autostrada è uno sperpero 

BONDENO. Entra nel dibattito sulla viabilità di Bondeno anche Nelson Zagni, nativo di Scortichino e ora residente ad Alberone di Cento, membro del coordinamento “No autostrada Cispadana”. Il motivo? «Da tempo – sottolinea Zagni – quando si parla del problema Ponte Rana e del nuovo ponte in località Borgo Scala, si riportano dichiarazioni riferite all’assessore regionale ai trasporti, Raffaele Donini, che non corrispondono al vero: si dice che la cosiddetta bretella, che dovrebbe collegare Bondeno al casello autostradale di Pilastrello e alla Cispadana, è a carico della Regione».

«Chiunque – contesta Zagni - può visionare in rete il progetto e verificare la “viabilità di adduzione al sistema autostradale”». Solamente i 67 chilometri del tracciato, eventualmente, «saranno o sarebbero a carico di privati. La Regione, invece ha già messo a preventivo la spesa di 400 milioni, per gli interventi della viabilità di servizio all’autostrada, che niente ha a che fare con la bretella. Noi del coordinamento “No autostrada” – evidenza Zagni - sosteniamo da anni l’inutilità della nuova arteria, mentre sembrerebbe utile il completamento dell’attuale Cispadana (circa il 30% già esistente) che sarà completamente demolita, a parte il tratto di Sant’Agostino».

La differenza, ovviamente, sta nei costi: «Il completamento dell’attuale strada impegnerebbe circa 100 milioni, invece di alcuni miliardi, con un impatto ambientale assai minore: l’autostrada toglie circa 2000 ettari coltivati – spulcia i dati il comitato - e le spese regionali (sommato il contributo per l’autostrada e la viabilità di servizio) prevede circa 650 milioni: resterebbero 550 milioni per fare le cose irrealizzabili per mancanza di denaro, compresa la bretella per Bondeno».

Da anni, sottolinea Nelson Zagni, si vocifera «che finalmente Bondeno avrà un’autostrada vicina, quando per arrivare all’A13 Bologna-Padova di chilometri ce ne saranno 19?» Per l’immediato e in attesa dei nuovi ponti, perché «Regione, Provincia e Comune non si sono accordati per fare un’unica nuova strada sul previsto tracciato della bretella? Passerebbe tra Belfiore e via Traversagno (la strada che porta alla Carioncella; ndr)». Nel caso in cui la Cispadana restasse al palo, «la circonvallazione resterebbe tale per il territorio, senza rubare terreno agricolo e senza crear problemi in centro».

Mirco Peccenini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.