Tempo di vacanze? No, in Romea e Super ecco i cantieri

Manutenzione asfalto, cavi pericolanti e banchina cedevole Interventi limitati alle ore notturne ma i disagi sono tanti

COMACCHIO. Dopo i disagi provocati, anche al traffico veicolare, dall’ondata di maltempo che si è abbattuta sul Basso Ferrarese e sulla costa nel tardo pomeriggio di martedì, proseguono i lavori straordinari che da alcuni giorni stanno interessando in pratica tutte le arterie di collegamento al mare, ossia il raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi e la strada Statale “Romea”.

Lavori di sfalcio erba sono in corso nel primo tratto della superstrada, ma anche sulla Romea, tra San Giuseppe ed il Lido degli Scacchi, senza originare particolari disagi, se non lungo la Statale, percorsa da numerosi mezzi pesanti, tenuti ad invadere l’opposta corsia di marcia, per sorpassare il veicolo con i lampeggianti che segnala la presenza di operai al lavoro sulla banchina stradale.

All’altezza del chilometro 38 della superstrada, tra Corte Centrale e Comacchio, dalla scorsa settimana è stato invece creato un restringimento della carreggiata, a seguito di cedimento della banchina. Dal Compartimento per la viabilità dell’Anas-Emilia Romagna è stato comunicato che lo sfaldamento di un attraversamento idraulico ha comportato l’adozione del restringimento della carreggiata, per garantire la sicurezza stradale. Sono già state espletate le procedure d’urgenza per dare il via al cantiere stradale e, nel brevissimo, partiranno i lavori di ripristino. Per impattare il meno possibile sul traffico del fine settimana, legato soprattutto ai pendolari del fine settimana diretti al mare, i lavori saranno effettuati nei giorni feriali con chiusura, in direzione mare, della carreggiata ed uscita obbligatoria a Corte Centrale. Si potrà poi rientrare sulla superstrada a Comacchio.

Un altro cantiere sta operando, ma solamente in orario notturno, sulla Statale Romea, all’altezza del canale Logonovo. Da lunedì scorso, infatti, l’Anas - ente proprietario della strada - ha istituito il senso unico alternato di marcia al km 23 + 500, regolato da impianto semaforico, nella fascia oraria dalle ore 21 alle ore 6. Il provvedimento si è reso necessario per consentire agli operai dell’Enel di smantellare cavi pericolanti che sporgevano dal canale Logonovo, la cui anomala presenza era stata segnalata un paio di mesi fa dai vongolari che gestiscono le concessioni di molluschicoltura nell’area in questione. Dovendo procedere al taglio ed alla rimozione di cavi, gli operai dell’Enel devono muoversi sul piano viabile ed anche in questo caso - come ci è stato spiegato dall’Anas di Bologna -, si è reso necessario adottare un’ordinanza specifica, per tutelare la sicurezza stradale. I lavori saranno ultimati lunedì 17 luglio con il rifacimento della pavimentazione stradale nel tratto della statale interessata, ossia in prossimità dell’accesso al Lido degli Estensi. Anche in questo caso si è optato per l’istituzione di un cantiere notturno, in modo tale da contenere i disagi per lavoratori e turisti che si spostano lungo la Statale Romea.

E, per finire, sono in corso lavori sulla Statale Romea ne tratto fra Ravenna e Mesola (km 0+000 e 55+750 della stessa statale), per manutenzione ordinaria di ripristino dell’asfalto. È stato istituito lo scorso 7 luglio un senso unico alternato di marcia, regolato da semaforo, con limite di velocità fissato a 40 chilometri orari e divieto di sorpasso. Si tratta di un cantiere mobile, che opera in tratti saltuari di 400 metri ciascuno. Anche in questo caso la chiusura dei lavori è prevista per lunedì 17 luglio.

Katia Romagnoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA.