La Cgil contro i Comuni ferraresi: scoprono ora i controlli

Si lancia contro «le scorciatoie improvvisate e condite con minacce semplicistiche», la Cgil regionale e provinciale, e il riferimento è alla ricetta Zanardi. Ma il seguito dalla nota è un duro...

Si lancia contro «le scorciatoie improvvisate e condite con minacce semplicistiche», la Cgil regionale e provinciale, e il riferimento è alla ricetta Zanardi. Ma il seguito dalla nota è un duro affondo alle politiche deiComuni ferraresi che «scoprono adesso i controlli ispettivi in materia fiscale, di regolarità edilizia e di sicurezza nelle costruzioni, perché mi o pochissimo hanno esercitato in passato». Codigoro nell’ambito del protocollo anti-evasione con l’Agenzia delle entrate ha riscosso nell’ultimo anno uno solo ristorno, per 1.049,34 euro, degli appena otto di tutta la provincia di Ferrara. Il ministero del Lavoro ha invece scoperto il 53,3% irregolarità, con punte del 77,5% nei trasporti e il 64% nella ristorazione. «Accessi ispettivi inconsistenti e per lo più sconosciuti» conclude la Cgil.