Agente penitenziario aggredito da detenuto con una lametta

Il carcere ferrarese dell'Arginone

Ancora un'aggressione nel carcere dell'Arginone. Il sindacato Sappe: "Provvedimenti esemplari contro i carcerati violenti"

FERRARA. Il sindacato di polizia penitenziaria Sappe denuncia un'altra aggressione avvenuta questa mattina (17 agosto) all'interno del carcere dell'Arginone ai danni di un agente. Quest'ultimo, secondo quanto riporta il Sappe, è stato aggredito da un detenuto con una lametta e ha riportato ferite giudicate guaribili in tre giorni. "L'agente - affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Campobasso, segretario nazionale - era entrato nella stanza per effettuare la battitura delle inferriate insieme a un collega. Il detenuto era sdraiato sul letto con i pugni chiusi. L'agente lo ha invitato ad alzarsi per effettuare i controlli previsti, ma il detenuto, dopo aver più volte inveito, si è scagliato contro brandendo la lametta. Solo grazie alla professionalità degli agenti è stato evitato il peggio.  Chiediamo provvedimenti esemplari contro questi detenuti violenti". "Ai colleghi va la nostra solidarietà", afferma Roberto Tronca, segretario  provinciale del Sappe.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi