«Il piano orari del personale lo discuteremo con i sindacati»

La proposta farà certo discutere ma al Sant’Anna assicurano che ci stanno pensando già da un po’. «In alcune ore del mattino - sottolinea l’azienda ospedaliera - una parte del personale lascia il...

La proposta farà certo discutere ma al Sant’Anna assicurano che ci stanno pensando già da un po’. «In alcune ore del mattino - sottolinea l’azienda ospedaliera - una parte del personale lascia il Sant’Anna e subentrano gli addetti del turno successivo». Il risultato è che con l’arrivo dei visitatori le aree di sosta più grandi esauriscono in fretta i posti a disposizione entro metà mattinata (resta qualche posto residuo nel parcheggio 2, quello a fianco dell’area ambulatori). «Per questo motivo - ha annunciato ieri il direttore generale del Sant’Anna, Tiziano Carradori - stiamo valutando alcune ipotesi che prospettano lo sfalsamento degli orari di alcuni turni per evitare accavallamenti».

L’obiettivo è favorire il più possibile, senza incidere più di tanto sugli orari del personale (con anticipi o slittamenti di un’ora), il deflusso dei veicoli per liberare stalli che possono essere utilizzati dall’utenza.

«È un intervento dalla portata limitata e che discuteremo e realizzeremo d’intesa con le organizzazioni sindacali - aggiunge Carradori - Pensiamo che possa essere un altro tassello per migliorare l’accoglienza , un obiettivo che ci siamo prefissi e che stiamo cercando di conseguire anche con altre soluzioni».