Ferrara: sequestro record di droga ai Lidi, i carabinieri fermano un carico con due tonnellate di marijuana

La droga sequestrata ai Lidi

Operazione notturna in spiaggia, i trafficanti fuggiti nella pineta ma uno è stato arrestato la mattina dopo
L'INCHIESTA - EROINA E NUOVE DROGHE SINTETICHE

Maxi operazione droga a Lido Spina

LIDO SPINA. Imponente operazione antidroga dei carabinieri di Ferrara che hanno scoperto un carico di oltre due tonnellate di marijuana e hashish: droga sequestrata e trafficante fermato. I dettagli dell'operazione sono stati resi noti giovedì mattina in una conferenza stampa nella caserma di corso Giovecca, in città.

L'intervento è stato compiuto martedì sera dai militari del servizio Biodiversità di Punta Marina (Ra), che stavano operando a Lido Spina contro la pesca di frodo. Visti movimenti sospetti hanno rinvenuto due furgoni stipati di droga, in complesso Kg 2.051 di sostanze stupefacenti, di cui kg.6 di hashish, Kg.4 di pasta di hashish ed i restanti chilogrammi di marijuana, stipati all’interno di 90 grossi pacchi, del peso approssimativo di Kg.20 l’uno, contenenti ciascuno 4-5 pacchetti di vario peso. Un recupero in termine economico di droga per diversi milioni di euro considerando i prezzi di mercato. Sul momento i trafficanti sono riusciti a dileguarsi nella pineta, complice l'oscurità, ma mercoledì mattina durante i successivi controlli (impegnati una trentina di carabinieri) è stato identificato un 19enne che presentava abiti rovinati e ferite da rovi. Il ragazzo è irregolare in Italia.

Un altro video del sequestro record di droga

Ora si apre uno scenario importante, di controlli ulteriori per arrivare ad identificare chi organizza tale movimento di droga, anche se si ritiene che la provenienza sia proprio dall'Albania via mare.

 

Nel Ferrarese i sequestri di droga si susseguono, segno dell'impegno delle forze dell'ordine ma anche del fatto che il territorio è diventato crocevia di traffici oltre che piazza primaria dello spaccio. Solo di ieri la notizia del sequestro da parte della polizia di cinque chili di hashish provenienti dal Modenese, dodici giorni fa l'operazione che portò all'arresto di un trentenne che viaggiava in auto con moglie e figli piccoli e, soprattutto, con oltre dodici chili di hashish e della scoperta di un appartamento tra via Pomposa e Borgo Punta che potrebbe essere stato uno dei punti di riferimento dello spaccio al dettaglio.