Produceva documenti falsi per i permessi di soggiorno

Alcuni documenti falsificati

Arrestato un 52enne, si faceva pagare fino a 1000 euro per pratica

Da Bologna sono arrivati altri venti migranti a Ferrara

FORMIGNANA. Produceva documenti falsi al fine di far ottenere il permesso di soggiorno a stranieri, soprattutto extracomunitari. A finire nelle maglie delle fitte indagini della Squadra Mobile è stato Stefano Menozzi, 52 anni, residente a Formignana. Il reato che gli viene contestato è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo, arrestato sabato scorso, ora si trova nel carcere ferrarese dell’Arginone.

Oltre a Menozzi, risultano indagate altre 22 persone, le quali sarebbero le stesse alle quali il 52enne avrebbe fatto “arrivare” la falsa documentazione, che riguardava anche finti contratti di lavoro e  residenze fasulle. Così come palesemente falsificate sono risultate numerose buste-paga che l’arrestato maneggiava.

Menozzi, il cui giro d’affari e di clientela era molto ampio, si faceva pagare circa 800-1000 euro per pratica; in diversi casi lo stesso Menozzi si è anche spacciato per commercialista, azione che gli è costata, oltre all’arresto, anche una denuncia per truffa aggravata. Le indagini della Mobile proseguono e non si escludono ulteriori sviluppi.