Italo, inverno “magro” meno corse e orari rivisti

Le variazioni scatteranno a partire dal 10 dicembre e per diverse destinazioni. Calano i collegamenti per Roma, Napoli e Venezia. Ntv: riduzione temporanea

FERRARA. Quest’anno il sacco di Babbo Natale a Ferrara non arriverà col treno. Quello di Ntv, la compagnia di trasporti presente nell’Alta Velocità ferroviaria con la flotta di Italo, nella riorganizzazione invernale degli orari che scatterà dal 10 dicembre ha lasciato fuori diverse corse e modificato ampiamente la cadenza delle fermate previste nella stazione estense. Giusto un anno fa la società aveva comunicato il potenziamento dei collegamenti con Roma, una notizia che fu accolta da un’ondata di consensi.

«Stiamo espandendo la nostra flotta con l’attivazione di nuovi mezzi e all’interno di questa riorganizzazione è prevista una riprogrammazione delle corse da e per Ferrara - conferma l’azienda - ma si tratta di una modifica temporanea. In primavera, con l’entrata in vigore dei nuovi orari, sarà ripristinato il servizio attuale che abbiamo intenzione di incrementare entro il 2018». A breve, però, salendo a Ferrara si farà più fatica a raggiungere in treno non solo Roma ma altre destinazioni come Venezia o Napoli.


Il nuovo orario riporta ad esempio diverse variazioni sulla tratta Ferrara-Roma, sia all’andata che al ritorno, e le fermate verranno concentrate verso il mattino. Il treno delle 9.59 Ferrara-Roma andata verrà anticipato di un’ora, alle 8.59. Il mattino si avvantaggerà dell’inserimento di una corsa attualmente non prevista, quella delle 11.59, ma nel pomeriggio si andrà verso la soppressione di due corse. Quella delle 13.59 verrà ritardata di un’ora, alle 14.59, mentre dalla griglia di offerta spariranno le fermate a Ferrara delle 16.59 e delle 19.59.

Anche il ritorno riporta cambiamenti che condizioneranno le opzioni per l’utenza: la corsa delle 8.15 da Roma Termini, con arrivo a Ferrara alle 10.57, verrà anticipata di due ore con partenza alle 6.15. La corsa delle 10.15 verrà soppressa mentre sarà confermata quella delle 14.15. La corsa delle 16.15, infine, sarà ritardata verso sera, alle 18.15 (arrivo a Ferrara alle 20.57).

Qualcosa cambia anche per le altre destinazioni: per la “diretta” Ferrara-Napoli Centrale le due corse pomeridiane (16.59 e 19.59) si ridurranno a una, ma al mattino (11.59). La “diretta” Napoli Centrale-Ferrara scenderà da tre corse, tutte concentrate al mattino (6.44, 8.50 e 12.55), a zero. Di fatto chi partirà da Napoli durante il periodo invernale dovrà cambiare a Roma o in un’altra stazione servita.

Anche per chi viaggia verso nord, in particolare verso Venezia, il cambio non sarà indolore. La tratta è la stessa che unisce Ferrara alla capitale, ma per chi dalla stazione estense si sposterà verso Venezia le quattro fermate indicate dall’orario attuale (10.59, 12.59, 16.59, 18.59) caleranno a tre con ampi aggiustamenti verso la prima fascia del mattino e verso sera (8.59, 16.59, 20.59). Anche al ritorno le corse saranno tre anziché quattro: da 9.12, 13.12, 16.12 e 19.12 si passerà a 8.12, 11.12 e 14.12.