Lunedì l’ultimo saluto a Marino

Goro piange l’uomo che ha lavorato una vita nel commercio del pesce, padre del presidente della Pro Loco

GORO. Si è spento dopo una lunga malattia all’età di 69 anni (in febbraio ne avrebbe compiuti 70), Marino Ricci, da qualche anno pensionato dopo una vita lavorativa spesa tutta nel commercio del pesce.

Marino era un personaggio unico e in queste ore sono centinaia gli attestati di cordoglio che stanno arrivando alla famiglia. Marino era un animatore, un uomo di spirito sempre pronto alla battuta, memorabili le sue scenette sul palcoscenico del “Barin”, ideate dall’amico Filippo Curti, e questo fino a poche settimane fa, perché nonostante la malattia, con grande spirito continuava nelle sue divertenti performance. Una grande passione per il calcio ed in particolare per i colori bianconeri della Juventus. Poi un’altra grande passione era la Vespa, e per diversi anni è stato anche impegnato nel volontariato (Sagra della Vongola).

La comunità gorese perde, insomma, uno dei suoi uomini migliori. L’ultimo saluto a Marino si tiene lunedì pomeriggio: il feretro partirà nel primo pomeriggio dalla camera mortuaria di Codigoro per giungere alla chiesa parrocchiale di Goro alle 14.30. Dopo la funzione religiosa, si formerà il corteo che accompagnerà Marino al locale cimitero.(o.p.)