Telefonia e bollette mensili Il Codacons va in procura

Entro il prossimo 4 aprile le bollette di telefonia e pay tv dovranno tornare mensili, come ha stabilito il “decreto fisco” collegato alla manovra economica e convertito con la legge 172/2017. Lo...

Entro il prossimo 4 aprile le bollette di telefonia e pay tv dovranno tornare mensili, come ha stabilito il “decreto fisco” collegato alla manovra economica e convertito con la legge 172/2017. Lo stop alla fatturazione delle bollette ogni 28 giorni riguarda la telefonia, le pay tv e Internet ma non vale per luce e gas.

Previsti anche rimborsi per gli utenti di telefonia fissa per i quali però bisognerà aspettare, poiché il Tar del Lazio ha congelato fino al 31 ottobre l'obbligo di rimborso automatico che sarebbe dovuto scattare ad aprile. E venerdì l'Agcom ha diffidato Tim, Wind Tre, Vodafone, Fastweb e Sky per «non aver rispettato le prescrizioni in materia di chiarezza, trasparenza e completezza delle informative», in particolare per quanto riguarda «la precisa indicazione del prezzo di rinnovo delle offerte a fronte di modifiche contrattuali nella fase di ritorno alla cadenza mensile della fatturazione».


Il Codacons ha presentato un'istanza a 104 procure della Repubblica, tra cui Ferrara, in cui si chiede di disporre sequestri cautelari presso le compagnie telefoniche operanti nel nostro paese.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi