Trecento tonnellate di sale sulle strade provinciali

Da ieri pomeriggio 15 mezzi in azione, misure preventive anche dal Comune. Coperte le maggiori arterie, sottopassi e rotonde. Invito alla prudenza al volante

Il Basso Ferrarese sferzato da un vento gelido e fortissimo

FERRARA. La tanto temuta e annunciata neve ieri non è caduta, ma il rischio gelate resta in agguato e dal primo pomeriggio sono state avviate le operazioni di salatura lungo le strade provinciali e le principali arterie e punti critici della viabilità comunale. Il resto spetterà agli automobilisti, invitati a usare la massima cautela alla guida, considerate le previsioni meteo che indicano per oggi un forte abbassamento delle temperature con punte minime fino a sette gradi sotto lo zero. Questo significa che basterà un po’ di umidità a rendere le strade insidiose e scivolose, e ai servizi di prevenzione antighiaccio va aggiunta una buona dose di prudenza al volante per evitare uscite di strada e incidenti.

Burian in arrivo: i consigli alimentari per affrontare il grande freddo

La prevenzione, in ogni caso, resta massima. Dalle 15.30 di ieri e per le successive sette-otto ore, tutti i 15 mezzi spargisale della Provincia sono entrati in azione, partendo dai centri operativi di rifornimento dislocati a Copparo, Codigoro, Vigarano Mainarda e Portomaggiore, carichi ciascuno con 20 tonnellate di sale. In questo modo, spiega il tecnico dell’amministrazione provinciale, Michele Tassoni, «provvederemo a coprire l’intera rete viaria del Ferrarese, spargendo in tutto 300 tonnellate di sale». La giornata ventosa di ieri peraltro ha contribuito a rendere le strade più secche, attenuando il rischio di gelate, ma la salatura generale preventiva è rimasta d’obbligo in vista dell’arrivo del gelo intenso, così come concordato in sede di Comitato Operativo Viabilità che si è riunito sabato sera in Prefettura.

Come montare le catene da neve: il tutorial

Misure anti-gelate sono state predisposte anche dal Comune di Ferrara: «Al termine della riunione di sabato sera in Prefettura - sottolinea il dirigente del Settore Opere Pubbliche e Viabilità Claudio Capozzi -siamo rimasti in allerta per tutta la notte con i 37 mezzi spargisale in dotazione pronti a partire. Adesso l’allarme nevicate è cessato, ma resta necessaria la salatura delle strade per prevenire i rischi legati alle gelate. È vero che fino ad ora le temperature si sono mantenute sempre due gradi in più rispetto a quelle indicate dal meteo, ma domani (oggi per chi legge, ndr) sono previste temperature minime fino a -7°, e anche arrivando a -5° si preannuncia un freddo molto intenso». Ecco partire dunque il piano comunale per la salatura, con l’impiego ieri pomeriggio di cinque-sei mezzi per un arco di tempo di quattro-cinque ore.

Burian in arrivo sull'Italia: la mappa del gelo da Nord a Sud

«L’operazione interesserà tutta la grande viabilità cittadina e i punti di maggiore criticità - spiega Capozzi - Quindi sarà sparso il sale sulle principali arterie come ad esempio le circonvallazioni, l’asse Cavour-Giovecca, corso Porta Mare, viale Po e corso Porta Po o altre strade più interne come via Montebello. I mezzi copriranno inoltre altri punti delicati come sottopassi, ponti, incroci e tutte le rotonde. Si raccomanda comunque di mantenere un comportamento il più possibile prudente alla guida». Resta in vigore - a partire dalle 22 di ieri, domenica, e fino al cessare dell’emergenza - il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa superiore alle 7,5 tonnellate sull’intero sistema viario della Provincia di Ferrara disposto dalla Prefettura. Massima attenzione anche sul tratto autostradale: in caso di condizioni meteo particolarmente avverse potrebbe essere disposta la chiusura dei caselli di Ferrara Nord e Ferrara Sud, che saranno presidiati dalle forze di polizia.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi