Materassi aggiuntivi per il dormitorio

FERRARA. Al dormitorio di Viale K, a Villa Albertina, sono stati occupati i primi materassi aggiunti per l’emergenza gelo di questi giorni. I “nuovi” ospiti sono in realtà senzatetto che si trovano...

FERRARA. Al dormitorio di Viale K, a Villa Albertina, sono stati occupati i primi materassi aggiunti per l’emergenza gelo di questi giorni. I “nuovi” ospiti sono in realtà senzatetto che si trovano a frequentare saltuariamente il rifugio, e conoscono quindi l’ambiente, «a volte la convivenza con gli altri ospiti è complicata anche perché - spiega don Domenico Bedin, fondatore di Viale K - c’è chi si presenta in condizioni igieniche precarie. Però stiamo gestendo la situazione senza eccessivi problemi, in quanto stiamo parlando di quatto-cinque presenze in più. Abbiamo ancora spazio dove sono stati aggiunti tre materassi, in caso di necessità possiamo comunque contare su di una stanza libera alla comunità Filippo Franceschi». Al dormitorio c’è la possibilità di fare anche una doccia, «come pure nei servizi di via Kennedy, anche se il servizio costerebbe un paio di euro in realtà chi non lo li ha può utilizzarlo ugualmente durante gli orari di apertura» fa presente il sacerdote. Villa Albertina serve, in caso di necessità, anche la colazione. Non c’è stata invece la necessità di ospitare senzatetto alla mensa di Viale K, che da qualche giorno tiene aperto di sera. Resta aperta la questione di chi, soprattutto stranieri, non conosce i servizi di emergenza a disposizione dei senzatetto, e di coloro che non si rivolgono volentieri alle strutture pubbliche. «Non abbiamo la possibilità di battere il territorio alla ricerca di persone in difficoltà, ma devo dire che in questi giorni non ci sono arrivate segnalazioni in questo senso - fa presente don Bedin - Credo che i nostri servizi siano ben conosciuti, anche fuori Ferrara, e c’è anche un numero di emergenza dell’Asp (0532765501) a cui rivolgersi. Non credo, in definitiva, che là fuori ci siano persone a rischio».