Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Una Pepita d’oro i 107 anni della donna venuta dal Brasile

Festa grande in Via Ariosto per la più longeva di Ferrara  Figura di spicco del mondo culturale, dal 1982 è Cavaliere

“Pepita” Spinelli di Tarsia ha spento ieri 107 candeline, aggiungendo un altro tassello al suo primato di longevità tra i ferraresi.

Nella sua casa di Via Ariosto insieme ai nipoti Gavino e Gabriele (figli della sorella minore Lourdes) ed ai giovani pronipoti Sofia e Damiano tutti giunti da Firenze per festeggiarla, li ha riconosciuti, ringraziati per essere lì con lei ed ha spento la candelina di una torta di panna decorata con piccole rose.

Ma la riconoscenza più grande l’hanno espressa i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

“Pepita” Spinelli di Tarsia ha spento ieri 107 candeline, aggiungendo un altro tassello al suo primato di longevità tra i ferraresi.

Nella sua casa di Via Ariosto insieme ai nipoti Gavino e Gabriele (figli della sorella minore Lourdes) ed ai giovani pronipoti Sofia e Damiano tutti giunti da Firenze per festeggiarla, li ha riconosciuti, ringraziati per essere lì con lei ed ha spento la candelina di una torta di panna decorata con piccole rose.

Ma la riconoscenza più grande l’hanno espressa i parenti ad Oxana, la donna che da oltre 4 anni accudisce amorevolmente la zia.

«È merito suo se è ancora qui con noi - hanno riconosciuto concordi tutti i parenti che hanno partecipato alla bellissima festa in onore di nonna Pepita - perché la coccola come una figlia e noi siamo tranquilli perché sappiamo che è in buone mani e non le manca nulla».

Nonna “Pepita” è stata una figura importante nel panorama culturale e non solo ferrarese; autrice di diversi libri in molti dei quali vi sono personaggi e vicende legate al Brasile, la sua terra d’origine, poetessa di delicate liriche dove l’amore è sempre il protagonista, pittrice di raffinate tele, ha ottenuto prestigiosi premi letterari. Dal Brasile dove è nata, la sua prima città italiana è stata Firenze, poi si è trasferita ad Argenta ed infine a Ferrara dove nel 1978 è diventata la presidentessa del Centro Artistico Ferrarese fondato nel 1966.

Per la lodevole attività di pittrice ed operatrice culturale, nel 1982 venne nominata con l’onorificenza di “Cavaliere al merito della Repubblica”, e nel 1984 le fu consegnato il “Diploma d’onore con medaglia d’Oro al Premio San Giorgio”.

Durante i lunghi anni di presidente al Centro artistico, galleria d’arte dove inauguravano le loro mostre i più importanti artisti, la sua attività è stata instancabile.

Auguri grande nonna Pepita, ed arrivederci al prossimo compleanno per festeggiare di nuovo.

Margherita Goberti